Sette mete a due, bonus in venti minuti. Corre forte il Kawasaki Robot Calvisano che supera anche la Lazio.

La partita

Quattro mete in 19′: Vunisa sfrutta un lancio storto laziale in touche, Bruno trova un varco centrale, Biancotti segna da ala la sua prima meta a Calvisano e Casolari schiaccia a terra su una maul da rimessa laterale. 26-0 e possibilità di rifiatare per tre quarti di partita: si esaurisce qui il grosso del racconto di Calvisano-Lazio. Da lì in poi andranno in meta ancora Cavalieri e Brarda, mentre per i biancocelesti segnano nel finale Coronel e Ceballos prima del 45-14 finale di Susio che schiaccia su un bel calcio al largo di Pescetto. Neanche un piazzato o drop, la partita finisce così.

Tabellino e marcatori

Calvisano-Bruno (68′ Dal Zilio); Balocchi, Garrido (48′ Lucchin), De Santis, Susio; Pescetto, Semenzato (54′ Consoli); Vunisa (48′ Andreotti), Martani, Casolari (mvp); Venditti, Cavalieri (cap; 68′ Amadei, 81′ Vunisa); Biancotti (54′ Gavrilita), Luccardi (54′ Morelli), Brarda (68′ Manfredi). All: Brunello

Lazio-F. Bonavolontà; Guardiano, Coronel, Lo Sasso (cap, 52′ Bonifazi), Di Giulio; Ceballos, Brui (41′ Albanese); Malan, Giancarlini, Pagotto; Freydel (71′ Blessano), Duca; Bolzoni (48′ Chalonec-Santana), Amendola (48′ Baruffaldi), Cafaro (71′ Campanelli). Non entratti Pettinari, Borzone. All: Montella

Leggi anche:  Arrestato il pusher che spacciava sugli argini del Chiese

Marcatori: 4′ meta Vunisa tr Pescetto (7-0), 9′ meta Bruno tr Pescetto (14-0), 12′ meta Biancotti (19-0), 19′ meta Casolari tr Pescetto (26-0), 35′ meta Cavalieri tr Pescetto (33-0); 46′ meta Brarda tr Pescetto (40-0), 67′ meta Coronel tr Bonifazi (40-7), 75′ meta Ceballos tr Bonifazi (40-14), 85′ meta Susio (45-14)

Calciatori: Pescetto (Calvisano) 5/7, Bonifazi (Lazio) 2/2

Classifica e novità

Calvisano resta in vetta insieme a Rovigo con 63 punti, davanti al Petrarca Padova con 59 e al Valorugby (che perde un punto, avendo vinto senza bonus) a 57; staccatissime le Fiamme Oro quinte a 47. I gialloneri ora ospiteranno il Valsugana, calendario frutto del campo invertito all’andata. Nel frattempo, è arrivato il sostituto di Sam Lane, tornato in Australia per curare l’ultimo infortunio alla spalla che lo esclude dal finale di stagione. Si tratta di Serafin Bordoli, argentino ex Zebre che torna quindi in Italia per i due mesi e mezzo finali della stagione 2018-19. (foto Bradelle per Rugby Calvisano)