Si avvera la favola sportiva della Savallese Millenium Brescia che supera la Conad Olimpia Ravenna per 3 a 1 e ottiene una storica promozione nella Serie A1 del volley femminile italiano. Missione compiuta per la formazione di Enrico Mazzola che nonostante le difficoltà non cede alla tensione e grazie alla spinta di un PalaGeorge meraviglioso chiude al primo posto. A nulla vale la vittoria di Cuneo su Olbia: la capolista resta Brescia al termine di un cammino fantastico.

La grande paura

A iniziare meglio, sono proprio le romagnole, ultime e temute avversarie della Regular Season, alla ricerca di un ultimo biglietto per i play-off e il tabellone luminoso al termine del primo set indica un eloquente 0 a 1 in favore delle avversarie che chiudono 22-25, ma non smorzano l’entusiasmo di un PalaGeorge vestito a festa.

La grande rimonta

Lo 0 a 1 iniziale non fa crollare capitan Prandi e compagne che nonostante difficoltà e tensione riescono a restare in partita e sfruttare la carica del pubblico delle grandi occasioni (sfiorata quota 2mila presenze). Quel 14esimo posto di fine ottobre torna come un fantasma nella mente di Brescia, che sceglie proprio l’ultima decisiva gara per far rivivere ai propri tifosi i fasti della stagione: i pessimi momenti vissuti all’inizio (0-1), la reazione d’orgoglio (1-1), il ruggito (2-1) e il coronamento di un sogno (3-1).

Leggi anche:  Nove volti nuovi ufficializzati in casa Calvisano

Il grande sogno (realizzato)

Niente più scaramanzia, niente più «dico non dico», niente più paranoie: la Savallese Millenium Brescia è promossa in Serie A1. Per parlare del futuro e capire gli scenari ci sarà tutto il tempo. Ora è tempo di festeggiare. Ora è tempo di  esultare.

Goditi gli applausi Brescia, sei nell’Olimpo del volley.

A cura di Giulio Conforti