Oggi a perdere è stato lo sport. Questo pomeriggio si è giocata al Comunale di Orzinuovi l’amichevole tra il Brescia e il Vojvodina, formazione che attualmente è seconda nel massimo campionato serbo, con l’incontro che è stato sospeso al 52′, quando alcuni tifosi del Vojvodina sono entrati in campo per rispondere alle provocazioni di alcuni ragazzi, posti fuori dallo stadio, che esponevano la bandiera albanese.

La partita

La partita vedeva le rondinelle di Corini avanti 2-1 sui biancorossi grazie al rigore trasformato da Donnarumma al 7′ e al raddoppio realizzato da Bisoli, su assist di Matri, al 13′; Djuricic al 35′ aveva permesso ai serbi di accorciare le distanze. La gara tuttavia era stata già interrotta al 27′, quando l’arbitro Amabile della sezione di Vicenza aveva espulso il tecnico biancorosso Nenad Lalatovic per proteste, cosa che aveva suscitato le ire dei giocatori serbi, che avevamo deciso di abbandonare il campo da gioco, salvo poi ripensarci.

Leggi anche:  Il Brescia cambia allenatore: esonerato Corini

Doveva essere una bella giornata di divertimento, ma purtroppo è stata una brutta pagina per il calcio.

TORNA ALLA HOME