Comincerà tra qualche settimana la preparazione del Patarò Calvisano finalista nell’ultimo campionato di Eccellenza di rugby.

L’accordo con la Calvina

In questo momento di pausa spicca l’apertura ai “vicini di casa” della Calvina, neopromossa in Serie D di calcio. C’è da definire qualche dettaglio, come i calendari, il terreno di gioco e le normative di sicurezza, ma la società giallonera si è detta disponibile ad ospitare al Pata Stadium gli azzurri, costretti ad emigrare dal vicino San Michele, non attrezzato per i Dilettanti (si era parlato della possibilità di giocare le partite interne a Carpenedolo). Le due vere questioni sarebbero l’incastro tra le sfide di Eccellenza, quelle della Cadetta ed eventualmente quelle di calcio in serie D, oltre alla mancanza di un accesso per gli ospiti.

Mercato in uscita

Sul mercato sono ufficiali nove addii, in attesa di capire la sorte del neozelandese Sosi Tuimavave, arrivato a marzo; l’utility back potrebbe tornare in patria. Salutano il Calvisano i piloni Daniele Rimpelli e Giosuè Zilocchi (Zebre), il tallonatore Lorenzo Giovanchelli (Medicei), la seconda linea Ugo d’Onofrio (Fiamme Oro) e in terza linea il flanker Giovanni Pettinelli e il numero 8 Jimmy Tuivaiti, rispettivamente in direzione Treviso e Zebre. Nel reparto arretrato tornano in Argentina Juan Novillo e Joaquin Paz, mentre è incerta la destinazione di Michele Mortali. Figura per ora nella rosa ufficiale Nardo Casolari, assente a lungo lo scorso anno per problemi di salute.

Leggi anche:  I piccoli del Samber di Chiari sul podio a Igea Marina

Le voci in entrata

Non ci sono ancora annunci ufficiali, ma la promozione dei giovani Gianmario Ferrari e Carlo Amadei sembra cosa fatta, così come il doppio arrivo da Sandonà dei sudafricani Michael Van Vuren (seconda-numero 8 di passaporto italiano) e Kyle van Zyl (estremo). Altri due arrivi giovani sono gli ex accademici Fir, il flanker Antoine Koffi e il centro Damiano Mazza. Entrambi hanno fatto parte dell’Italia Under 20 ai recenti mondiali giovanili. Restano cinque pedine; tre prime linee italiane, un numero 8 e un mediano di apertura stranieri. Per la terza linea centro c’è la suggestiva ipotesi Samuela Vunisa, figiano ma internazionale per l’Italia, già a Calvisano dal 2011 al 2013. Per lui 11 caps con gli azzurri e un ultimo anno trascorso nel Pro14 a Glasgow. Patarò e Pata restano sponsor ufficiali della squadra; già decisi staff e dirigenza delle varie squadre senior e giovanili, che verranno comunicati nelle prossime settimane.