Notte delle Stelle, la Società Canottieri Garda Salò si è ritrovata venerdì al cinema teatro Cristal di per la terza edizione dell’appuntamento che tradizionalmente celebra gli atleti e le vittorie della stagione agonistica appena terminata. In questo contesto, le stelle che danno il nome alla manifestazione sono un richiamo al simbolo presente nella bandiera sociale della Canottieri, in una ideale connessione tra sportivi e valori.

Oltre 250 atleti alla Notte delle Stelle

Erano oltre 250 gli atleti che affollavano la sala, in rappresentanza delle cinque discipline promosse dalla Società: canottaggio, nuoto, vela, tennis e triathlon. Sul palco a premiare tutti gli atleti, il presidente Marco Maroni, il direttore sportivo Giorgio Bolla e i consiglieri responsabili delle sezioni agonistiche, affiancati dall’Assessore allo Sport del Comune di Salò, Aldo Silvestri.

«Per noi della Canottieri è la serata più bella dell’anno perché mette al centro i valori della nostra associazione e le persone che la compongono, dagli atleti master ai più giovani – ha sottolineato Maroni che ha voluto ringraziare anche le famiglie che affidano i loro figli all’associazione e li sostengono in questo percorso – Una comunità unita ma inclusiva, che guarda con fiducia al futuro».

Leggi anche:  Festival Suoni e Sapori del Garda a Salò per l'Immacolata

Nel corso del 2019 gli atleti della Canottieri hanno collezionato nove titoli nazionali, tre mondiali e un europeo.
Tra i successi in evidenza: nel canottaggio il Titolo Mondiale di Laura Meriano nel 4 con under 23, conquistato in Florida lo scorso luglio; nella vela Carlo FracassoliChicco Fonda e Stefano Lagi sono campioni Mondiali e Italiani nella classe Melges24, Leonardo Toscano insieme a Gaia Bergonzini (FVMalcesine) sono Campioni Italiani nella classe 29er; gli atleti paralimpici Antonio Squizzato, Campione Europeo Para Sailing Championships 2.4mR, Campione Italiano PWS 2.4mR e vice Campione Mondiale ai Para World Sailing, e Davide Di Maria, Campione Mondiale RS Venture e vice Campione Italiano PWS 2.4mR; senza dimenticare il primo titolo nel triathlon con Silvia Vezzini, Campionessa Italiana nella categoria M2.

I momenti emozionanti non sono mancati e uno di questi è stata sicuramente la video chiamata a Massimo Ruffini, responsabile tecnico del triathlon, al momento ricoverato in ospedale da settembre per problemi di salute, che ha voluto comunque complimentarsi con i ragazzi e con l’allenatore Alessandro Moretti per gli ottimi risultati raggiunti.

TORNA ALLA HOMEPAGE