Massimo Cigana ha vinto la terza edizione del Triathlon Sprint Città di Salò,  svoltosi ieri (domenica 12 maggio) e organizzato dalla Canottieri Garda Salò guidata da Marco Maroni in collaborazione con il Comune di Salò e il Comune di San Felice del Benaco, con il patrocinio della Regione Lombardia.

Annullata la prima frazione di nuoto per il maltempo

È stata una gara difficile, stravolta dal maltempo che ha colpito la zona a partire da sabato con forti piogge e grandinate, costringendo gli organizzatori ad annullare la prima frazione di nuoto a causa della bassa temperatura dell’acqua (solo 10 gradi!)

La competizione è stata così trasformata in un Duathlon, specialità di cui proprio Cigana è il Campione italiano in carica. Secondo posto per Andrea Secchiero, atleta delle Fiamme Oro, secondo nel Rank nazionale Triathlon Sprint.

Tra le donne primo posto per Tania Molinari classe 1998 della Piacenza Trivittorino, secondo per Carlotta Bonacina.

Tra i partecipanti anche la coppia formata da Federico Sicura, atleta paralimpico non vedente, guidato dal pluricampione italiano Daniel Hofer, che si sono classificati al 20° posto.

Primo degli atleti bresciani Marco Tosi, classe 1984, della IVARS B3L.

La trasformazione della gara in Duathlon ha cancellato l’assegnazione dei titoli provinciali di Triathlon.

 «La cancellazione della prima frazione di nuoto mi ha avvantaggiato, devo essere onesto.  Le altre due specialità mi sono più congeniali, d’altra parte sono campione italiano di Duathlon.

Ho cercato di gestire bene la prima parte di corsa e poi la mia esperienza di ciclista ha fatto il resto: mi ha aiutato a capire dove attaccare per guadagnare la testa della corsa e poi mi ha permesso di gestire la gara senza rischi» ha dichiarato il vincitore Massimo Cigana.

Leggi anche:  Possibile che Balotelli per il Brescia calcio sia un "problema tecnico"?

«Alla vigilia immaginavo un risultato diverso per me ma il tempo e, soprattutto, il fatto che la gara sia stata trasformata in un Duathlon mi hanno spiazzato. Le sorprese però fanno parte di questo sport. Il prossimo anno parteciperò con ancora più grinta» sono invece le parole del secondo classificato Andrea Secchiero.

La gara

La gara ha visto la  presenza  di 609 partecipanti. Rivista a causa del maltempo, la competizione è iniziata con una prima frazione di corsa di 5 Km tra le vie del centro di Salò, a cui è seguita una seconda parte in bici di 20 km su percorsi collinari che hanno attraversato il Comune di San Felice del Benaco. Terza e ultima frazione di 2,5 km di corsa per raggiungere il traguardo di Piazza Serenissima.

Le parole del presidente e del responsabile tecnico

«Sono davvero orgoglioso del lavoro fatto dallo staff della Canottieri Garda. Anche se non ci aspettavamo queste difficoltà, tutti si sono impegnati al massimo per farvi fronte . È stata una bellissima prova di efficienza ma anche di coesione» ha dichiarato il presidente Marco Maroni.

«Il meteo non è stato clemente e abbiamo avuto pochissimo tempo per rivedere tutta l’organizzazione della gara. Malgrado questo siamo riusciti a mettere in piedi un evento di livello che ha esaltato le caratteristiche degli atleti ma anche quelle del nostro territorio» ha dichiarato Massimo Ruffini, Responsabile tecnico della sezione Triathlon della Canottieri.

TORNA ALLA HOMEPAGE