Squadre in campo alle 17 per la semifinale scudetto di rugby tra Calvisano e Rovigo, al Pata Stadium del paese bassaiolo. Si parte dal 12-9 per Rovigo dell’andata.

La partita

Dopo un minuto di silenzio per ricordare Rebecca Braglia, la giovane giocatrice morta qualche giorno fa dopo un tragico scontro di gioco, si comincia. Primi minuti fatti di touche e mischie, dove i gialloneri soffrono. Al 7′ il primo calcio sbagliato del rodigino Mantelli. Una bella azione alla mano di Calvisano sfuma perché Morelli perde il possesso schiacciando, ma arriva una punizione di Novillo per il 3-0. Poco dopo è Rovigo a marcare con van Niekerk, che trova la meta (trasformata da Mantelli) dal pallone uscito da una mischia. Neanche il tempo di esultare che Calvisano risponde: dopo 3-4 “frontali” tra difensori e attaccanti è Balocchi a trovare la meta, largo a destra. Poco dopo è ancora Rovigo a segnare con Majstorovic, ma Mantelli sbaglia la trasformazione. Proteste calvine per un placcaggio pericoloso di Boggiani ai danni di un giocatore giallonero, non punito con il giallo. Il primo tempo si chiude sull’11-12 dopo un’altra punizione piazzata da Novillo.

Ripresa con più errori da parte di Rovigo, fino alla meta di Calvisano all’ottavo minuto da un calcio di punizione rapido battuto da Novillo che trasforma. Gialloneri per la prima volta in vantaggio tra andata e ritorno. Rovigo rimette il naso avanti con la meta al largo di Barion, ma sbaglia ancora la trasformazione (18-17). Meta tolta dal Tmo ad Andreotti per un avanti dubbio di Novillo al 60′. Lo stesso argentino dopo qualche minuto piazza per il nuovo +4. Minuti di tensione, con tanti errori tra cui un avanti di Rovigo poco oltre il settantesimo, fino al calcio di Mantelli che entra di pochissimo per il nuovo vantaggio rodigino tra andata e ritorno. Che dura fino a pochi secondi dalla fine: dopo una palla persa (tenuto) di Rovigo e diverse ruck, Novillo trova il drop per il 24-20 che vale anche il passaggio del turno di Calvisano.

Leggi anche:  Novità in casa Patarò Calvisano

Formazioni e tabellino

Calvisano-Tuimavave; Balocchi, Chiesa, Mortali, Bruno (68′ De Santis); Novillo, Semenzato (58′ Casilio); Tuivaiti, Zdrilich, Pettinelli (54′ Archetti); Andreotti, Cavalieri; Zilocchi (71′ Biancotti), Morelli (c, 58′ Giovanchelli), Fischetti (61′ Rimpelli). A disposizione: D’Onofrio, Dal Zilio. All: Brunello

Rovigo-Cioffi; Barion, Majstorovic, van Niekerk (56′ Modena), Davies; Mantelli, Chillon; Ferro (c, 64′ Venco), Lubian (50′ Zanini), De Marchi; Boggiani, Ortis; D’Amico (54′ Pavesi), Momberg, Brugnara (56′ Muccignat). A disposizione: Cadorini, Parolo, Loro. All: McDonnell

Tabellino: 13′ cp Novillo (3-0), 23′ meta van Niekerk tr Mantelli (3-7), 26′ meta Balocchi (8-7), 28′ meta Majstorovic (8-12), 41′ cp Novillo (11-12); 48′ meta e tr Novillo (18-12), 56′ meta Barion (18-17), 67′ cp Novillo (21-17), 74′ cp Mantelli (21-20), 81′ drop Novillo (24-20).

Calciatori: Mantelli (Rovigo) 2/5, Novillo (Calvisano) 4/4, Mortali (Calvisano) 0/1

La finale

Calvisano passa per un punto, con il 5-5 tra andata e ritorno e il 33-32 dei punti segnati in campo. I gialloneri sfideranno il Petrarca Padova, che ha vinto entrambe le sfide contro le Fiamme Oro; si giocherà tra due sabati al Plebiscito di Padova (orario ancora incerto) in virtù del miglior piazzamento dei bianconeri in campionato.