Turno infrasettimanale di grande volley al PalaGeorge di Montichiari con la Banca Valsabbina Millenium Brescia in campo per la sfida contro la Bosca San Bernardo Cuneo. Fischio d’inizio alle 20,30.

Le padrone di casa sono al comando della classifica con 9 punti conquistati nei quattro turni disputati, ospiti più arretrate, a quota 3: per entrambe si tratta di una stagione da neopromosse nella massima serie.

Tra le curiosità, anche lo scorso anno la sfida del PalaGeorge tra Cuneo e Brescia si disputò in infrasettimanale: la contesa si risolse a favore della padrone di casa, un successo che lanciò la spettacolare rimonta che consegnò lo scudetto della Cadetteria a Brescia, proprio al fotofinish e proprio ai danni di Cuneo.

Difficile parlare di voglia di vendicarsi per la formazione ospite, profondamente cambiata dalla sfida dello scorso anno. Per Brescia in campo invece Veglia, Villani e Parlangeli a rappresentare la formazione vincente della scorsa stagione.

Squadre in campo al PalaGeorge

Squadre in campo al PalaGeorge. In casa Millenium confermatissimo il sestetto base con la diagonale Nicoletti – Di Iulio, reparto centrale con Miniuk e Veglia, spazio per Villani e Rivero in banda e Parlangeli libero. Ancora out Pietersen e Washington. Dall’altro lato, coach Pistola sceglie Van Hecke incrociata a Bosio, Cruz e Markovic in banda, Menghi  e Zambelli al centro e Ruzzini libero. Per Jole Ruzzini un ritorno al PalaGeorge, dove è stata protagonista due anni fa in maglia Metalleghe Montichiari.

Nella formazione ospite, fari puntati sull’opposta belga Lise Van Hecke, top-player della categoria. In casa Brescia la pari ruolo Anna Nicoletti – due scudetti a Conegliano – è partita forte in questa stagione e spera di confermarsi nella gara di questa sera.

Brescia domina e fa 1-0 (25-15)

Primo set magistrale da parte di Brescia che con 3 ace e 6 muri demolisce le speranze di Cuneo di reggere l’urto. Ne scaturisce un primo parziale a senso unico (13-9), con la reazione d’orgoglio da parte di Cuneo (13-12) che rimane episodio isolato all’interno di un set stradominato dalla Valsabbina che accelera e fa 1-0 (25-15).

Cuneo non muore mai: rimonta e 1-1 (25-27)

Succede di tutto nel secondo set della sfida. Brescia, forte dello strapotere mostrato in avvio di gara, prova a scappare e si porta sul 9-2. Cuneo corre ai ripari e cambiando palleggio e banda (Kaczmar e Salas per Bosio e Markovic) ricuce il gap fino al 18-18. Le piemontesi, galvanizzate dalla rimonta, si portano addirittura in vantaggio (19-21), ma Brescia risale in cattedra conquistando la chance per il 2-0 (24-23). Le Leonesse sprecano, Cuneo ne approfitta, mette la freccia, vince il set (25-27) e rimette in parità un confronto che sul 9-2 sembrava già ai titoli di coda: è 1-1 al PalaGeorge, tutto da rifare.

Leggi anche:  LIVE - Valsabbina Brescia e Unet Busto si sfidano al PalaGeorge

Sprint finale di Cuneo: è 1-2 (22-25)

Terzo set sul filo dell’equilibrio, con Cuneo che ha trovato finalmente la quadra dopo un avvio di gara disastroso e Brescia che non vuole concedere più regali dopo il parziale aperto di 25-16 con cui si era concluso il set precedente (da 9-2 a 27-25). Le due squadre rimangono a braccetto per tutto il set (4-4; 16-16; 21-21) ma nel finale di set è Cuneo a prevalere, sfruttando un paio di errori di Brescia e la freddezza dell’opposto Van Hecke (non in serata di grazia, ma brava nel crunch time): finisce 22-25 con le piemontesi che ora conducono 1-2.

La reazione di Brescia non si fa attendere: 2-2 (25-18)

Quarto parziale che segue lo stesso copione del secondo, rimonta esclusa. Brescia sale in cattedra fin dalle prime battute (4-0; 8-2) e stavolta non cede di fronte ai tentativi di rimonta da parte di Cuneo (8-6), portandosi in netto vantaggio nella parte centrale del set (18-13) per poi chiudere in scioltezza (25-18) e forzare il tie-break: almeno un punto in cascina per entrambe.

Il tie-break sorride a Cuneo: finisce 2-3 (12-15)

E’ Cuneo a esultare al PalaGeorge di Montichiari dopo cinque set di fuoco. Le piemontesi trovano il primo break sul 8-6 e complici tanti errori al servizio delle Leonesse mantengono invariato il gap fino al 14-12. Lo scambio decisivo è lunghissimo, fino alla pipe di Cruz che mette la parola fine sull’incontro. Finisce 2-3 in favore di Cuneo.