Handbike terre del Lambrusco: i bresciani trionfano alla magia e bevi. Sul podio l’iseano Alberto Glisoni.

Handbike terre del Lambrusco: i bresciani trionfano

E’ il secondo anno che all’interno della Granfondo terre di Lambrusco & Parmigiano Reggiano viene organizzata a cura della Asd Cooperatori un’edizione riservata agli atleti paraciclisti categoria Handbike, prova valevole come Campionato Italiano Società Handbike.

Numerosissimi gli iscritti: 120 provenienti da tutta Italia, anche le squadre bresciane si sono presentate con molti atleti per una prova di riscaldamento per i Campionati Italiani che si disputeranno l’1 luglio a Darfo Boario Terme.

Il percorso gara

Percorso piuttosto impegnativo sulle colline di Reggio Emilia, il classico circuito mangia e bevi, che però per gli Handbikers diventa molto selettivo. Dopo un trasferimento di circa 8 km, il gruppone è stato fermato e messo in fila per accedere al tracciato della cronometro, con partenze scadenzate ogni 15 secondi. Sono stati 8 chilometri di saliscendi, con qualche sottopasso all’arrrivo che consentivano di riprendere fiato.

La classifica dei bresciani

1° MHO2 l’iseano Alberto Glisoni (Alove Team) 13’11” (2° assoluto alle spalle di Paolo Cechetto, campione del Mondo specialità Handbike)
1° MH5 Mirko de Cortes (Alove Team) 14’29” (12° assoluto)
1ª WH4 Silke Pan (Active Team la Leonessa) 15’58” (1^ W assoluta)
2° MH4 Giordano Tomasoni (Pol. Disabili Valcamonica)
2ª WH4 Romina Modena (Alove Team) 17’27”
4ª WH4 Grazia Colosio (Alove Team) 24’48”
9° MH2 Giuseppe Uberti (Active Team la Leonessa) 30’48”
10° MH2 Oscar Signorini (Active Team la Leonessa) 34’31”
13° MH4 Enrico Guerini (Active Team la Leonessa) 17’42”
16° MH4 Antonio Catalano (Active Team la Leonessa) 19’05”
24° MH3 Massimo Martelli (Active Team la Leonessa) 19’16”
33° MH3 Mauro Scarpari (Alove Team) 23’38

Leggi anche:  La castegnatese Serena Magri è una star del calcio

Fuori gara per un disguido il mitico Giannino Piazza (Active Team la Leonessa), che ha percorso i 36 km, onorando i punti di ristoro dove a rifocillare gli atleti c’era macedonia di frutta di stagione, gnocco fritto, parmigiano reggiano 24 mesi, acqua e per chi non aveva problemi di doping anche il Lambrusco.

Prossima tappa: Cassino

Prossimo appuntamento a Cassino per la seconda tappa del Giro d’Italia Handbike, che si svolgerà domenica 17 giugno, sempre su un percorso mosso dove gli scalatori avranno pane per i loro denti.