Una domenica intensa per le squadre bresciane del campionato d’Eccellenza femminile lombardo che, a 5 giornate dalla fine, ha già un vincitore. Ora si gioca solo per la seconda posizione.

Calcio femminile: una domenica tra gioie e dolori

La gioia più grande è sicuramente quella del Cortefranca che, con la vittoria di ieri contro il Mantova, vince il campionato con 5 giornate d’anticipo. Il tanto atteso passaggio in serie C, dopo anni, è finalmente arrivato ma le ragazze di mister Lanzetti non intendono mollare il colpo e puntano a chiudere la stagione aggiungendo alla classifica altre 5 vittorie.

Ieri contro il Mantova, impegnato in zona retrocessione, non c’è stata storia. Il Cortefranca parte subito forte, ci provano Picchi, Asperti e anche Muraro ma la situazione non si sblocca fino al 34′ quando però è il Mantova, sfruttando una punizione dal limite dell’area, a portarsi in vantaggio.

La ripresa, per una buona mezz’ora, sembra essere la fotocopia del primo tempo ma il Cortefranca vuole i tre punti in palio e al 30′ ci pensa Giudici a riequilibrare la situazione. Da questo momento in poi è solo Cortefranca. Al 35′ Picchi ci prova, il portiere para ma Sandrini è lì pronta a ribattere in rete. Al 39′ doppietta di Giudici e al 41′ pallonetto vincente di Leali. Al 42′ segna Saetti e al 46′ chiude la partita Asperti. Risultato finale 1 a 6.

Il derby Montorfano-3Team va alla squadra di casa

Una vittoria “per un soffio”, in una partita giocata al massimo ma nella quale, soprattutto la squadra di casa, ha sprecato molte occasioni.

Al 9′ è subito occasione per il Montorfano con Martino che si presenta, sola, davanti a Massimo, ma l’estremo difensore del 3Team, eccellente nel match di ieri, respinge di piede. Al 15′ ci prova Santoro, ma Massimo, attenta, respinge sopra la traversa.

Il gol del vantaggio, ed unico della gara, arriva al 21′ con Santoro che si libera dell’intera difesa e con un dribbling supera anche il portiere e deposita la palla in rete.

Nei primi minuti della ripresa ci prova il 3Team con una gran botta da fuori di Sardi Di Letto, deviata fuori da Fava. Il Montorfano vuole allungare le distanze e ci prova con Previtali, Capelloni e Martino ma nessuna centra lo specchio della porta. L’occasione vera arriva però per capitan Capelloni “a tu per tu” con Massimo che le chiude la saracinesca in faccia. Massimo, che ieri ha fatto miracoli, blinda ancora la porta al 41′ quando, sempre Capelloni, tira una botta al volo dal limite dell’area.

L’ultimo brivido arriva nella ripresa con Piona che colpisce di testa una palla arrivata dalla bandierina ma questa colpisce il palo ed esce.

La partita si conclude quindi 1 a 0.

Giornata da incubo per il Brescia Calcio Femminile

Il Brescia in una sola giornata è riuscito a perdere la partita, perdere la seconda posizione in classifica ed anche l’allenatore, Alessandro Oro, da ieri sera esonerato dalla Società.

Leggi anche:  Calcio: i risultati di domenica 17 marzo

La partita di ieri era importante e la squadra, sotto la guida del mister, l’aveva preparata a dovere, ma chiaramente qualcosa è andato storto.

La prima rete dell’Agrate arriva dopo 20 secondi di gioco con Mauri che punta Brevi, la scarta, e calcia in porta dove Cogoli non può arrivare.

Al 5′ un bello scambio tra Zangari e Brayda che va al tiro, mancando la porta di un soffio. Il Brescia gioca tutto nella metà campo avversaria ma non riesce a finalizzare:14′ ci prova Brayda dai 20 metri, 25′ Dolfini di testa su punizione battuta da Farina e al 38′ Farina, sempre su punizione, questa volta direttamente in porta, ma la palla finisce di poco sopra la traversa.

Nella ripresa è ancora l’Agrate a segnare al 14′ con Mauri. Passano due minuti e il Brescia ha la palla più ghiotta della partita per riaprire il match: cross perfetto di Brayda dalla destra per Zangari che a tre metri dalla porta appoggia al portiere.

Al 22′ ci prova Massussi, lanciata da Pasquali, ma nulla da fare.

Al 30′ altra palla gol per il Brescia: cross di Brayda respinto in malo modo dal portiere, sul rimbalzo arriva Pasquali che scarta un’avversaria e va al tiro di sinistro respinto, sul rimbalzo Farina da terra cerca di ribadire in rete ma non trova l’impatto pulito col pallone.

Al 35′  arriva la terza rete dell’Agrate e tripletta di Mauri, che chiude definitivamente la partita.

L’Agrate supera così il Brescia in classifica e si piazza secondo con un solo punto di scarto. Il Brescia non può più permettersi errori se vuole riconquistare, e magari mantenere fino alla fine, la seconda posizione.

Le parole di mister Oro al termine della gara: «Dispiace perché in settimana l’avevamo preparata attentamente nei minimi dettagli, e quel gol preso dopo venti secondi ha vanificato tutto. Eravamo in vantaggio di due punti, e quindi loro avrebbero dovuto scoprirsi di più, invece così si è incanalata così come volevano loro, perché dopo il gol avendo giocatrici veloci e tecnicamente valide giocavano in contropiede. Chiaro che dopo un minuto per loro è andata tutta in discesa e noi tutta in salita e non ce l’abbiamo fatta a recuperare».

In serata è poi arrivata la notizia dell’esonero di Alessandro Oro, che verrà sostituito dall’allenatore delle Allieve Fabio Treccani.

TORNA ALLA HOME