Sarà Calvisano-Rovigo la finale 2019 del massimo campionato di rugby, il Top12. I gialloneri dilagano nel secondo tempo contro Reggio Emilia, Rovigo piega il Petrarca.

La partita di Calvisano

Primo tempo brutto, nonostante il meteo abbia risparmiato il Pata Stadium con l’arrivo della forte pioggia nella Bassa solo dopo le 18. Succede poco, tanto che in 40 minuti solo Calvisano segna 3 punti con un calcio di Pescetto (dopo che Farolini aveva sbagliato il possibile 0-3).

La situazione cambia nella ripresa, con due mete di Bruno in pochi minuti: l’ala classe ’96 prima mette a segno uno slalom poi raccoglie il passaggio sull’ala sinistra di Chiesa. Vunisa, un altro piazzato di Pescetto, Chiesa e Garrido rifiniscono il punteggio (nel frattempo Bordoli è subentrato a Pescetto in un ampio “turnover” finale). Si materializza così la settima finale in 8 anni.

Tabellino e marcatori

Calvisano-Chiesa (cap); Bruno, Garrido, Lucchin (57′ Balocchi), De Santis; Pescetto (65′ Bordoli), Casilio (65′ Semenzato); Vunisa, Zdrilich, Casolari (65′ Martani); Andreotti, Cavalieri (50′ Van Vuren); Leso (65′ Biancotti), Manfredi (65′ Brarda), Fischetti (20′-29′ e 65′ Morelli). All: Brunello

Valorugby Reggio-Farolini (cap); Costella (7’-15’ Manghi, 48’ Fusco), Paletta, Vaega, Ngaluafe; Rodriguez, Panunzi; Amenta (56’ Rimpelli), Favaro, Mordacci; Balsemin (52’ Du Preez), Dell’Acqua (66’ Messori); Du Plessis (66’ Bordonaro), Festuccia (50’ Manghi), Muccignat (48’ Quaranta). All: R. Manghi

Leggi anche:  Successone per il trofeo Coni Kinder a Castrezzato

Marcatori: 37′ cp Pescetto (3-0); 42′ cp Farolini (3-3), 45′ meta Bruno tr Pescetto (10-3), 48′ meta Bruno tr Pescetto (17-3), 52′ cp Pescetto (20-3), 68′ meta Vunisa tr Bordoli (27-3), 71′ meta Chiesa tr Bordoli (34-3), 77′ meta Garrido tr Bordoli (41-3)

Cartellini: 5′ giallo Festuccia (Valorugby)

Calciatori: Farolini (Valorugby) 1/2, Pescetto (Calvisano) 4/5, Bordoli (Calvisano) 3/3

La finale

Diretta Rai Sport per la finale, prevista per sabato alle 17.45 sempre a Calvisano in virtù del miglior piazzamento giallonero in campionato. Rovigo ha sconfitto 18-9 il Petrarca Padova in un secondo atto dove si ripartiva “da zero” dopo il 10-10 dell’andata al Plebiscito. Si salva invece la Lazio, che allo scadere supera 16-14 Verona in una sfida con tanti ex calvini (Cafaro e Di Giulio tra i biancocelesti, Mortali e Cittadini nei grigi).