Il Polidiagnostico Synlab Santa Maria di Vobarno dà il benvenuto al nuovo anno annunciando l’introduzione di un mammografo con tomosintesi al servizio delle pazienti che decideranno di affidarsi alla professionalità degli Specialisti del centro.

Innovazione di Synlab nel settore della diagnostica senologica

Un’acquisizione che ben si allinea alla rivoluzione in atto negli ultimi anni all’interno della diagnostica senologica, contraddistinta dall’introduzione di nuove apparecchiature con tecnologie sempre più avanzate. Ad oggi, infatti, il limite della mammografia convenzionale è dovuto al fatto che l’esame esplora il seno, organo tridimensionale, solo mediante immagini bidimensionali di sommazione (mammografia 2D). Synlab Santa Maria, spinto dalla voglia di garantire ai cittadini un servizio all’avanguardia e innovativo, ha scelto di investire risorse affinché tutte le donne possano beneficiare di uno strumento in grado di visualizzare il seno come volume.

Il nuovo mammografo

Nella pratica, il mammografo con tomosintesi esplora il seno attraverso tante “fette” sottili, riducendo in maniera significativa il potenziale mascheramento dato dalla sovrapposizione del tessuto mammario. Un vantaggio senza eguali rispetto alla mammografia tradizionale, sia in termini di risoluzione spaziale che nel contrasto intrinseco dell’immagine. Un plus che si riscontra soprattutto nelle mammelle dense, pattern mammografico dove più facilmente le lesioni tumorali possono essere mascherate.

Leggi anche:  Combattere l’influenza con i consigli della farmacia

Un servizio sempre più all’avanguardia

Sempre più numerosi studi stanno evidenziando un evidente miglioramento della perfomance diagnostica con l’utilizzo della tomosintesi mammografica rispetto alla mammografia tradizionale. L’installazione di tale apparecchio all’interno del Poliambulatorio Synlab Santa Maria di Vobarno rientra pienamente nell’ottica di offrire un servizio diagnostico all’avanguardia e di alto livello.

TORNA ALLA HOMEPAGE