Il sindaco Uccelli ha rinviato la votazione sulla revoca della cittadinanza onoraria a Mussolini.

Cittadinanza onoraria a Mussolini?

In tanti a Barbariga, martedì sera, si sono chiesti cosa ci facessero ben 4 volanti (due della Polizia e due dei Carabinieri) delle Forze dell’ordine posizionate in piazza Aldo Moro.
In programma infatti non c’era nulla di così eclatante, se non un Consiglio comunale, il primo post-elezioni. Andando però a spulciare nei punti all’ordine del giorno ecco spuntare la “Revoca della cittadinanza onoraria conferita a Benito Mussolini”.
E che tra i punti all’ordine del giorno venisse trattato questo argomento ne sono venuti a conoscenza i militanti di CasaPound, che avevano in qualche modo annunciato la loro presenza. E’ bene sottolineare poi che la situazione è sempre rimasta sotto controllo. Il sindaco ha subito affrontato la questione. “Mi sono reso conto di aver fatto il passo più lungo della gamba dopo aver parlato con alcuni cittadini in questi giorni – ha spiegato Uccelli – Infatti in molti non conoscevano nemmeno il significato di cittadinanza onoraria. Anzi, qualcuno ha pure pensato che io volessi cancellare la storia. Dunque prima di mettere in votazione questa revoca organizzeremo un dibattito pubblico”.

Leggi anche:  Barbariga e Borgo piangono il geometra Giuseppe Tosoni

L’articolo completo sul Manerbio week in edicola da oggi, venerdì 7 giugno.

TORNA ALLA HOME PAGE