E’ iniziata la “nuova” Amministrazione di Gianbattista Ministrini a Paratico e nel primo Consiglio comunale di ieri, 4 giugno, il neosindaco ha fatto il giuramento e ufficializzato le cariche degli assessori.

Primo Consiglio

Nella Sala consigliare gremita il sindaco Gianbattista Ministrini ha effettuato il giuramento di rito, ma prima ha detto alcune parole: “Sarò il sindaco di tutti e il nostro lavoro proseguirà in continuità con l’operato di Paratico Futura” ha spiegato elencando poi le linee programmatiche centrate soprattutto sulle manutenzioni e la valorizzazione turistica.

Il programma è stato votato a sorpresa con il voto favorevole del consigliere d’opposizione di Patto per Paratico, Paolo Agnellini.

La richiesta di trasparenza

Sosteniamo Paratico è intervenuta chiedendo una maggiore trasparenza rispetto al passato: più facilità di accesso agli atti, maggiore collaborazione, il ripristino delle Commissioni e un orario più comodo per il Consiglio, richiesta, quest’ultima, che sembra essere stata già accordata.

La composizione della Giunta

La Giunta sarà composta dalla nuova vicesindaco Silvia Marzoli, confermata assessore al Turismo e Tempo Libero, Leda Liborio alle Politiche sociali ed Educative, Christian Barbieri, avrà le deleghe all’Edilizia privata, Manutenzione e Patrimonio, Innovazione tecnologica, Francesco Pianegonda, assessore esterno al Bilancio, Urbanistica, Ambiente e Società partecipate e Ambiente.

Leggi anche:  Dimissioni di massa: cade la Giunta di Quinzano

La composizione del Consiglio

In rispetto delle preferenze dei paraticesi il Consiglio sarà così composto.

Trai banchi della maggioranza, oltre agli assessori e al sindaco siederanno Vittorio Tria (capogruppo)Riccardo Cadei , Loredana Ranghetti, Roberto Cotelli, Roberto Bellini, e nella minoranza Tiberio Boni, Cristino Bettoni e Clara Alberti per Sosteniamo Paratico e Paolo Agnellini per Patto per Paratico.

Tutti i dettagli del Consiglio sul ChiariWeek in edicola dal 7 giugno.

TORNA ALLA HOME PAGE