Samuele Alghisi pare essere l’uomo forte del Centrosinistra per la carica di Presidente della Provincia, più dei sindaci di Palazzolo e di Ospitaletto. Nel Centrodestra, invece, pare essere corsa a tre tra i primi cittadini di Travagliato, Pontoglio e Gottolengo

Le elezioni si avvicinano

Le elezioni per la nomina del nuovo presidente della Provincia di Brescia sono sempre più vicine: la data è quella del 31 ottobre. Nell’aula magna dell’Istituto Tartaglia non dovranno recarsi i cittadini bresciani, ma i sindaci e i consiglieri delle Amministrazioni locali. Su chi si potrà candidare lunedì si arriverà al bivio: se il decreto Milleproroghe venisse (come pare) riconfermato alla Camera potranno candidarsi al ruolo di presidente solo i sindaci con davanti ancora almeno 12 mesi di mandato. E in questo caso la scrematura sarebbe fortissima perché nel Bresciano rispettano questo paletto solo 54 primi cittadino su 205 (in primavera andranno alle urne ben 151 Comuni).

I papabili del Centrosinistra

Nel Centrosinistra, che ha i vantaggi del pronostico dal momento che ha sulla carta la maggioranza dei 2.524 elettori, nelle ultime ore i giochi paiono fatti. Il candidato dovrebbe essere Samuele Alghisi, 47 anni, reduce a giugno dalla conferma a  sindaco di Manerbio. Manca ancora l’ufficializzazione, ma pare quasi certo che il primo cittadino manerbiese abbia superato la concorrenza del sindaco di Palazzolo Gabriele Zanni e di quello di Ospitaletto Giovanni Battista Sarnico.

Leggi anche:  Annullate le nomine della Casa di riposo di Capriolo

I papabili del Centrodestra

L’obiettivo, malgrado la separazione nazionale, è di presentare una lista unitaria e per questo l’unica strada percorribile è quella di convergere su figure moderate, sacrificando esponenti più “estremisti”, in particolare quelli leghisti. In questa fase il nome più gettonato è quello del sindaco di Travagliato Renato Pasinetti, attuale consigliere provinciale di minoranza, mentre si è parlato anche del primo cittadino di Gottolengo Giacomo Massa e di quello di Pontoglio Alessandro Seghezzi.