Presentata ieri sera (martedì 7 maggio) all’Osteria del  Centro Sociale «I Pini» di Salò la lista «Insieme per Salò». L’incontro, riservato alla stampa, sarà seguito giovedì 9 maggio dall’incontro ufficiale aperto alla cittadinanza sempre nei locali dell’Osteria del Centro Sociale di Via Maria Montessori 4.

Svelati i nomi dei candidati consiglieri

Oltre al nome del candidato sindaco Marina Bonetti sono stati svelati i nomi dei candidati consiglieri.

Questi ultimi sono: Giulio Roberto Bigoloni; Silvia Bosio; Jennifer Butticè; Enza Cortesi; Vanessa Don; Lorenzo Folli; Sara Garzarella; Daniele Gobbi; Mauro Magrograssi; Massimiliano Manzi; Giacomo Marchiori; Elena Marelli; Gianfranco Procopio; Gianpiero Savelli; Aldo Serini e Stefania Zambelli.

Una nuova grammatica

Nel corso della serata sono stati snocciolati alcuni dei punti cardine del programma denominato «Nuova grammatica» andando così a sottolineare una rivoluzione nel modo di amministrare la città:

«Con “nuova grammatica” facciamo riferimento ad un nuovo modo di amministrare che vede il salodiano come figura centrale dell’amministrazione e, con esso, gli obiettivi di crescita, assistenza e formazione, il tutto affrontando direttamente i problemi secondo le necessità delle famiglie e, quindi, di tutti. Dall’altro lato un’assoluta cautela nei confronti delle grandi opere, progetti ambiziosi e privi di un piano economico sostenibile i quali costi andrebbero a pesare poi sulle future amministrazioni e, di conseguenza, su tutta la cittadinanza» ha spiegato il candidato sindaco.

Leggi anche:  Bresciani a Roma per la manifestazione del Centrodestra contro "il Governo delle poltrone"

Particolare attenzione, inoltre, verso i temi della famiglia e delle donne:

«Nel primo caso si andranno ad implementare i servizi sociali rivolti alle nuove esigenze territoriali con particolare attenzione da parte dell’amministrazione verso coloro che vivono in una condizione di disagio (anziani, non autosufficienti e disabili)».

Sul fronte femminile è stata annunciata la nomina di un Consiglio delle donne formato dalle donne elette in consiglio comunale alle quali si potranno aggiungere, previa richiesta, rappresentanti di associazioni, gruppi o cittadine singole che si occupano di problematiche legate alle donne. Nella stessa direzione si inserisce il Bilancio di genere, ovvero l’analisi e valutazione in ottica di genere delle scelte politiche e degli impegni economici e finanziari dell’amministrazione.

Ricucire le frazioni al centro

Ogni frazione (Barbarano, Campoverde, Cunettone, Renzano, San Bartolomeo, Serniga e Villa) vedrà la presenza di un rappresentante (parte del gruppo Insieme per Salò e residente nella frazione stessa) che sarà portavoce in giunta delle esigenze delle frazioni stesse:

«Il nostro intento è quello infatti di ricucire le frazioni al centro dotandole di spazi dove costruire la comunità offrendo, così, a tutti i salodiani la stessa qualità dei servizi» ha spiegato il candidato sindaco.

Previsti inoltre interventi di potenziamento della sicurezza e spazi di incontro e confronto per i giovani e gli studenti.

TORNA ALLA HOMEPAGE