Presentata ieri sera (venerdì 10 maggio) al ristorante El Colomber la lista civica «Gardone Riviera Civica».

Svelati i nomi dei candidati consiglieri

Oltre al nome del candidato sindaco Andrea Cipani (in carica dal giugno 2009, riconfermato nel 2014, si tratterebbe del terzo mandato. Ciò in linea con quanto stabilito dalla legge Delrio del 2014 che offre la possibilità del terzo mandato ai sindaci di comuni con popolazione inferiore ai tremila abitanti), svelati i nomi dei candidati consiglieri.

Questi sono: Gianpietro Seresina, Stefano Ambrosini, Andrea Zerneri, Renzo Mulazzi, Angela Vicentini, Francesca Erculiani, Giulio Righetti, Elio Armellini, Fabiano Mauri e Gianluca Sinibaldi.

Continuare sulla strada tracciata migliorandosi ancor di più

«In questi dieci anni abbiamo maturato una certa esperienza e sono nate nuove idee per migliorare, laddove è possibile, quanto stato fatto: riteniamo che Gardone fino ad oggi sia stata oggetto di interventi importanti e che la qualità del territorio sia migliorata» ha dichiarato Cipani.

Una realtà, quella di Gardone Riviera, a vocazione turistica ( ad ottobre la stagione ha chiuso con un numero di presenze pari a oltre 240mila e con un introito derivante dall’imposta di soggiorno pari ad oltre 400mila euro):

Leggi anche:  Corzano supera il 50% del quorum, Benzoni riconfermato

«Da quando amministriamo il numero delle presenze è passato da 170mila a 250mila con picchi di 260mila. Un risultato davvero importante che ha superato ogni nostra più ottimistica previsione – ha dichiarato il vicesindaco e attuale assessore al Turismo Gianpietro Seresina – Credo che lavorando bene e con impegno, Gardone possa arrivare a superare questo già notevole risultato».

Altro settore che sta particolarmente a cuore dell’amministrazione è il sociale:

«Da parte nostra l’impegno a non far mai mancare risorse né nell’ambito turistico né in quello sociale, tuttavia nei prossimi cinque anni se dovessimo essere rieletti, abbiamo deciso che, in caso di necessità, daremo priorità al sociale, ciò significa che laddove ce ne sarà bisogno rinunceremo ad una manifestazione e aiuteremo chi si trova in difficoltà».

TORNA ALLA HOMEPAGE