Il 10 giugno Brescia sarà chiamata a votare il nuovo sindaco di Brescia e il Consiglio Comunale, tre i big in corsa per Palazzo Loggia.

Emilio Del Bono

Prende le redini della città il 10 giugno 2013, sostenuto da una coalizione composta da Partito Democratico, Sinistra Ecologia e Libertà e liste civiche, viene eletto al ballottaggio sindaco di Brescia con il 56,53% delle preferenze battendo il sindaco uscente Adriano Paroli. La sua sarà una campagna di confronto con la gente partendo da ogni singolo cittadino. C’è ancora tanto da fare ma Emilio Del Bono sembra ottimista e punta sullo sport, sull’ambiente, e sulla concretezza di una città più sicura.

Paola Vilardi

Scelta in rappresentanza del Centrodestra, Paola Vilardi è stata dall’aprile 2008 al maggio 2013 Assessore all’urbanistica, ambiente e edilizia del Comune di Brescia. Sceglie una campagna inclusiva e costruttiva nell’interesse della città.

Guido Ghidini

Candidato sindaco per il Movimento Cinquestelle, è stato per anni impegnato come presidente nel Consiglio di quartiere di Urago Mella per poi puntare verso Palazzo Loggia. Sostiene la sua semplicità e punta a vederci chiaro anche in politica, cercando di capire le dinamiche dal suo punto di vista e dando una visione “da cittadino ai cittadini”. Una campagna elettorale che scardina le tradizioni, non più cartelloni ma social network. Pronto ad ascoltare le richieste di cittadini, associazioni ma anche esperienze di qualche altro sindaco del Movimento.

Leggi anche:  Esposto in Prefettura per il bando dell'ex bocciodromo di Corte Franca

Gli altri candidati

Oltre ai tre favoriti scendono in campo anche Laura Castagna per Forza Nuova e Azione Sociale,  Leonardo Peli, ex consigliere provinciale che si presenterà con il simbolo «Pro Brixia – Il Bigio», Alberto Marino per Potere al Popolo, il segretario politico del PCI di Brescia Lamberto Lombardi e l’ex consigliere comunale Giorgio Agnellini per Brescia Futura.

Alcuni appuntamenti

Intanto gli incontri con i cittadini da parte dei candidati e dei partiti si fanno sempre più frequenti, tra le proposte un’iniziativa delle parrocchie della città su tematiche sociali e attuali. Il primo incontro si terrà lunedì 7 maggio alle 20.45 al Teatro Santa Giulia nel quartiere Prealpino dove i candidati dialogheranno sul tema dei trasporti. Il 14 maggio nella periferia sud, zona fornaci, sarà la volta della tematica dell’ambiente. Il dibattito del 29 maggio a Sant’Afra, centro città, sarà sulla cultura, mentre il 4 giugno a San Polo si parlerà di assistenza e Welfare.