Questa sera il Consiglio comunale ha discusso dell’acqua distribuita alla mensa scolastica. Dopo aver sperimentato l’uso delle brocche d’acqua del rubinetto, di recente l’Amministrazione ha disposto il ritorno alle bottigliette.

Il dibattito

Meglio la bottiglietta o la brocca? Ma soprattutto, perché tornare alla plastica in questi tempi di attivismo ambientalista?
Facendosi portavoce di un sospetto diffuso in paese, il capogruppo di minoranza Filippo Ferrari ha presentato un’interrogazione sullo stato di salute dell’acquedotto.

“Da parte del gestore e di chi effettua i controlli non ci è stata segnalata nessuna anomalia – ha ribattuto il sindaco Igor Zacchi – Semplicemente riteniamo che l’acqua in bottiglietta sia un’opzione più sicura e di qualità. Crediamo inoltre che sia più proficuo educare alla raccolta differenziata che all’utopia di un mondo senza plastica”.

TORNA ALLA HOME