Limite velocità 150 km/h in autostrada, la proposta leghista.

Limite velocità 150 km/h in autostrada, la proposta leghista

Non si può certo negare che l’idea non sia da “governo del cambiamento”, perché in effetti la proposta del leghista Alessandro Morelli, nato a Vizzolo Predabissi, potrebbe essere considerata “innovativa”, almeno da come ne parla lui, presidente della commissione Trasporti della Camera (e capogruppo in consiglio comunale a Milano).

Perplessità sui limiti attuali

Ne ha parlato con il Corriere, partendo dalle perplessità che esprime sul limite di velocità in autostrada fermo a 130 km/h, secondo le normative stradali. Legge che Morelli intende cambiare, per alzare il limite a 150. Il ragionamento che fa è relativo al progresso che hanno fatto le tecnologie e gli strumenti di sicurezza stradale, con auto dotate di controlli assistiti. Per questo “ha poco senso mantenere in vigore dei limiti, considerando che i rischi oggi sono dovuti a comportamenti diversi”, ha dichiarato Morelli che annuncia, con questo nuovo provvedimento, “strade più libere, veloci, tempi di percorrenza più snelli”.

Leggi anche:  Salta la convocazione del Consiglio di Capriolo, dopo che il bilancio è rimasto al palo

Solo per le strade sicure

Una manovra da applicare solo a strade sicure, cioè con tutor, tre corsie e ottime condizioni dell’asfalto. Il problema per Morelli non è quindi la velocità, a causare incidenti, ma le distrazioni al volante, come la guida con il telefonino. Per questo, i limiti sono “troppo severi” e meritano una correzione (per eccesso). La proposta c’è, mandata, dice il leghista, anche alla polizia stradale. Si attende ora il parere del Movimento 5 stelle che non pare sia troppo favorevole all’idea “innovativa” di Morelli. Forse perché alzare il limite di velocità potrebbe aumentare il rischio di incidenti causati, appunto, dall’alta velocità.