Il comunicato firmato dai consiglieri comunali di minoranza di Palazzolo Mario MenassiDaniele Mariani e Attilio Bertoli. Nasce il Gruppo indipendente.

Leghisti in fuga fondano nuovo gruppo consiliare: ecco la loro verità

“Questa decisione scaturisce da un buon periodo di ragionamento e confronto con parecchi elettori che ci avevano dato fiducia alle scorse elezioni e che hanno riconfermato la loro fiducia esortandoci a proseguire l’impegno preso – si legge nel comunicato – Sicuramente questo è uno dei motivi più importanti per cui abbiamo fatto questa scelta. Non neghiamo che non ci riconosciamo nei modi di fare della sezione della lega palazzolese e tanto meno del provinciale di Brescia, al contrario condividiamo la linea nazionale e federale del partito. I rapporti con la sezione locale erano tesi da tempo, i primi segnali negativi sono arrivati dopo le elezioni comunali (Lega: 2314 voti pari al 26,45%) e politiche (Lega: 3886 voti pari al 36,29%), dove si evidenziava una differenza di oltre 1500 voti in più alle elezioni politiche, inutile dire che qualcosa non ha funzionato nella strategia leghista palazzolese. Ci saremmo aspettati un’analisi del voto, una riflessione su cosa non avesse funzionato, una valutazione critica e costruttiva ma la risposta molto simpatica di alcuni militanti è stata “gli elettori saranno stati in vacanza sia al primo che al secondo turno”, risposta a dir poco deludente ed ovviamente di basso livello”.

Attacco a Stefano Raccagni e al Carroccio provinciale

“Un altro aspetto non indifferente è che qualcuno (senza fare nomi, ma il riferimento è ovviamente a Raccagni, ndr) vorrebbe imporre la propria linea ed i propri voleri (senza margini di ragionamento) e tutti dovrebbero obbedire come bravi soldatini – hanno aggiunto –  Noi non ci stiamo ad un modo impositivo e pessimo di fare politica, per altro non è nemmeno gradito dalla popolazione, basta pensare alle ultime elezioni amministrative! Da parte del provinciale nessun cenno di voler sistemare o cercar di sistemare la situazione: un commissario palesemente schierato fin dall’inizio da una parte ben precisa… forse per favori elettorali verso qualche amico alle ultime regionali… bah; non vogliamo nemmeno commentare la posizione del segretario provinciale Alberto Bertagna che è sempre stato troppo impegnato e non ha mai avuto nemmeno un’oretta scarsa per venire ad ascoltare e capire la situazione. Potremmo andare avanti per ore, potremmo scrivere un lungo libro delle situazioni di cui siamo stati vittime ma non vogliamo dilungarci troppo su questioni ormai passate e men che meno vogliamo adottare la linea Raccagnana della polemica inutile, al contrario vogliamo lavorare per i cittadini che ci hanno dato fiducia ignorando qualsiasi sterile polemica!”.

Leggi anche:  Duro colpo allo spaccio di droga all'ex Filanda a Palazzolo VIDEO

Il futuro

“Il nostro pensiero e le nostre idee non cambieranno ma il nostro modo di lavorare sarà molto diverso, saremo vigili sull’operato dell’amministrazione e faremo una sana e costruttiva opposizione pensando agli interessi della collettività – hanno concluso – Ora inizia un nuovo capitolo, lasceremo il passato alle spalle, ignoreremo qualsiasi polemica e qualsiasi persona che non abbia come finalità l’interesse della collettività e del bene comune; cercheremo sempre di migliorarci con umiltà, impegno e tanto lavoro. I palazzolesi ci hanno dato fiducia con oltre 300 preferenze in tre e noi abbiamo l’obbligo di ripagarli con fatti concreti”.

TORNA ALL’HOMEPAGE