Ancora non si sa quando verrà convocato il prossimo Consiglio comunale per la sostituzione del consigliere “dimissionario” Andrea Salogni, ma dopo l’intervento del Prefetto il sindaco Luigi Vezzoli ha voluto dire la sua: “Le dimissioni non sono valide”.

Dimissioni non valide

Dopo un giorno di silenzio, nell’attesa di confrontarsi con diretto interessato il primo cittadino di Capriolo ha spiegato perché non ha ancora convocato il Consiglio comunale per la surroga, la sostituzione, del consigliere Salogni, voto fondamentale a sostegno della maggioranza che rischia di finire in minoranza.

“Il consigliere non ha presentato le dimissioni di persona ma lo ha fatto con mail ordinaria, per cui non sono valide – ha spiegato il sindaco – Ieri, 8 gennaio, lo abbiamo segnalato ufficialmente al diretto interessato che deciderà il da farsi”.

Ma perché una così lunga attesa, visto che le dimissioni sono state consegnate il 13 dicembre?

“Non c’è stata nessuna malizia, abbiamo aspettato il trascorrere delle feste e una volta rientrati ci siamo accorti del problema”.

Tutto ancora in bilico

Inutile dire che per le opposizioni è una strategia, secondo loro infatti il consigliere che succederà Salogni non darà il voto a Vezzoli ed è proprio per questo che il sindaco non vuole convocare il Consiglio.

Le opposizioni sono sul piede di guerra e tutti i gruppi (Insieme per Capriolo, Gruppo Civica, Forza Capriolo) ripetono a gran voce che questo è un comportamento scorretto e che non può più essere sopportato: “Qui c’è un cittadino eletto che non entra in Consiglio da quasi un mese”.

Nei prossimi giorni ci saranno certo nuovi sviluppi.

La posizione di Salogni

Salogni si dice sorpreso delle novità degli ultimi giorni: “E’ passato quasi un mese a quando ho consegnato le dimissioni” ha fatto notare.

Il tempo però non ha fatto cambiare la sua posizione; il consigliere ha fatto sapere che nei prossimi giorni passerà in Comune per consegnare di persona il documento.

 

Tutti i dettagli sul ChiariWeek in edicola dal 11 gennaio.

Tutta la vicenda in ordine cronologico: 

La variazione di bilancio non passa, giunta di Capriolo in bilico

La giunta di Capriolo non molla, lunedì un altro Consiglio comunale

Salta la convocazione del Consiglio di Capriolo, dopo che il bilancio è rimasto al palo

Passa la variazione di bilancio a Capriolo, ma Rigamonti minaccia la Corte dei Conti

Ancora caos a Capriolo, Salogni si è dimesso

Il sindaco di Capriolo non convoca il Consiglio, interviene il Prefetto