Lo scorso sabato il taglio del nastro sul lungolago Zanardelli di Toscolano Maderno dopo i lavori di recupero, ma la nuova viabilità fa storcere il naso alle minoranze suscitando alcune polemiche.

Centro destra Toscolano Maderno

Dalla lista Centro destra Toscolano Maderno arriva una valutazione del capogruppo Alessio Campanardi che ha affidato ai social le sue considerazioni in merito alla nuova viabilità.

Campanardi evidenzia le criticità di via Gioberti, della rotonda davanti a Villa Angela e l’istituzione di una zona a traffico limitato nell’ultimo tratto della via.

«Ho provato in questi giorni a cercare di trovare un perché pertinente a tutto questo, ma senza esito – ha detto riferendosi alle modifiche – Qualcuno mi aiuta a capire?».

Obiettivo Comune

La civica di centrodestra Obiettivo Comune, rappresentata in consiglio comunale da Massimo Stucchi, ha diramato nei giorni scorsi un comunicato in cui viene fatta un’analisi dei lavori. Stando alle parole del gruppo non vi è la volontà di sollevare polemiche, ma semplicemente di esse un’opposizione responsabile e costruttiva.

Leggi anche:  Recupero cascine, Legambiente teme una campagna "disseminata di sexy shop e Spa"

Vengono messi in luce i punti che oggi, secondo loro, sarebbero i più delicati e pericolosi come la stretta via Gioberti o la curva cieca nei pressi del Campo Ippico.

«La nostra proposta è quella di ripristinare (almeno provvisoriamente) – si legge nel comunicato – la viabilità del lungolago come quella precedente in attesa di una soluzione definitiva e possibilmente condivisa».

 

TORNA ALLA HOME