Comincia a scaldarsi il clima politico monteclarense in vista delle elezioni amministrative che si terranno la prossima primavera.

A scendere in campo, dando la disponibilità a proporsi come candidato Sindaco, è Marco Togni, capogruppo della Lega locale e punto di riferimento negli ultimi anni degli elettori del Carroccio.

Un nome quello di Togni che molti a Montichiari aspettavano da tempo e non solo tra le file del suo partito.

«La spinta maggiore l’ho ricevuta dai cittadini»

«La spinta maggiore che mi ha convito a mettermi in gioco l’ho ricevuta dai tanti cittadini conosciuti negli ultimi anni» ha dichiarato Togni «e non solo dagli amici di sempre, che mi hanno manifestato la loro stima per le battaglie portate avanti e le loro aspettative future. Questo è stato un grande incoraggiamento per prendere questa decisione che comporta una grande responsabilità».

«Vent’anni nel ruolo di consigliere comunale mi hanno dato una profonda conoscenza del territorio, della sua storia e delle sue problematiche. Quindici anni passati in maggioranza ma in particolar modo gli ultimi cinque come capogruppo in opposizione, dove il lavoro è molto più impegnativo, mi hanno permesso di vedere le cose da più punti di vista e sono serviti per maturare. Ora sento di essere pronto ad esprimere il mio progetto di una Montichiari che vuole abbracciare il futuro e che non vuole essere ancorata perennemente al passato».

Leggi anche:  Accordo Esselunga: il sindaco di Ospitaletto esulta

Nuovi scenari e vecchi ritorni

Il nome di Togni apre così nuovi scenari politici che potrebbero riservare altri colpi di scena con candidati assolutamente nuovi e vecchi ritorni politici che terranno gli elettori con il fiato sospeso.

Il tutto fino allo sciogliersi effettivo della riserva sui nominativi dei protagonisti che correrrano per le amministrative del 2019.

Approfondimenti su Montichiariweek in edicola venerdì 5 ottobre.