Dopo una settimana dal voto già ci sono problemi nel Consiglio comunale non ancora insediatosi di Capriolo.

Rifiuto della carica di consigliere

Diversi consiglieri di “Capriolo è” hanno infatti rifiutato la carica di rappresentante dell’opposizione per permettere al “loro” rappresentante designato di entrare in Consiglio.

I risultati delle votazioni hanno sancito che la lista “Capriolo è” avesse due rappresentanti in Consiglio: Mara Plebani, la candidata sindaco e Fabio Cadei, che aveva conseguito il maggior numero di preferenze del gruppo, 89.

I 7 rifiuti

Sette aspiranti consiglieri hanno, però, rifiutato la carica viene data in base al numero delle preferenze dei votanti e quindi al volere degli elettori: dopo Cadei hanno rifiutato Luciano Zanni, 76 preferenze, Elena Salogni 70, Enrico Piensi 67, Daniele Eros Ciciriello 58, Evelina Belotti 56, Marilisa Assoni 47 fino ad arrivare a Pieralberto Fazio

Cosa è successo

“Come gruppo abbiamo deciso di dare spazio a Pieralberto Fazio, che è il nostro esperto in Bilancio e che assieme a Mara Plebani, esperta nell’ambito tecnico, potranno fare un ottimo lavoro – ha commentato Cadei, ideatore del progetto Capriolo è – Io ho preferito farmi da parte per dare spazio a chi ancora non ha fatto esperienza in quest’ambito ma sarò sempre parte del gruppo”.

Leggi anche:  Campo da calcio di Capriolo, a breve il bando

TORNA ALLA HOME PAGE