Arriva un concept per il campeggio intelligente, firmato da Nissan e Opus. Nissan Energy e Opus Campers hanno sviluppato un concept per il campeggio intelligente che utilizza le batterie di seconda vita dei veicoli elettrici Nissan, fornendo durante le avventure fino a una settimana di alimentazione senza collegamento alla rete elettrica. Il concept Nissan x Opus integra il nuovo Nissan Energy Roam. E’ un alimentatore portatile “tutto-in-uno” resistente alle intemperie. Impiega la tecnologia delle batterie dei veicoli elettrici Nissan per fornire anche in viaggio un’alimentazione pratica, a zero emissioni e silenziosa. Con una capacità di stoccaggio di 700 Wh e un’erogazione di potenza pari a 1 kW, le celle agli ioni di litio di Roam vengono recuperate dai veicoli elettrici Nissan di prima generazione, per dare una nuova vita alle batterie all’insegna della sostenibilità.

L’unità Nissan Energy Roam

Montata in un apposito vano nella parte anteriore di Opus, l’unità Nissan Energy Roam fornisce energia al circuito da 230V. E a quello da 12V (ricaricando la batteria di bordo che alimenta il sistema da 12V) per assicurare un’autonomia pari a circa sette giorni di campeggio. Unitamente all’ausilio di un pannello solare. Il concept consente ai campeggiatori di restare connessi e godersi tutti i comfort di una vera casa, garantendo al tempo stesso la libertà di viaggiare in aree remote. Nissan Energy Roam può essere rimosso dal suo vano e ricaricato in una normale presa domestica da 230V, oppure collegandolo a un pannello solare.

Leggi anche:  Nuova T Roc Cabriolet, la vedremo a Francoforte

Come funziona il concept per il campeggio

Quando arriva il momento di ricaricare la batteria, Nissan Energy Roam può essere rimosso dal suo vano frontale. E collegato a qualsiasi presa standard da 230 V. A quel punto ci vorrà circa un’ora per completare la ricarica. L’efficienza del concept sta nel fatto che Nissan x Opus permette di campeggiare nelle aree più isolate. Senza bisogno di collegarsi a una rete elettrica “tradizionale”. In alternativa, se non c’è una presa da 230 V nei pressi dell’area in cui si fa tappa, Nissan Energy Roam è dotato di CC in ingresso per ricavare energia da un pannello solare. Un pannello solare da 400 watt consente di ricaricare l’unità in un tempo compreso tra 2 e 4 ore.