Il rapporto tra tecnologia e persona nel corso di una riabilitazione. È il cuore dell’appuntamento previsto per venerdì 30 novembre nella cornice dell’Aula Magna S. Faustino dell Università degli Studi di Brescia, frutto della collaborazione tra Fondazione Don Gnocchi e SIMFER Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitazione.

Appuntamento

L’evento formativo servirà a mettere in evidenza un aspetto innovativo delle attività sanitarie di riabilitazione: la tecnologia e la robotica. All’appuntamento prenderanno parte sia Maria Chiara Carrozza Direttore Scientifico di Fondazione Don Gnocchi, sia la Dottoressa Silvia Galeri Primario e Direttore del dipartimento di riabilitazione del Centro E. Spalenza Don Gnocchi ONLUS di Rovato e Membro del Consiglio di Presidenza SIMFER. Il tema è sfidante, poiché ricerca e clinica interagiscono per poter descrivere i potenziali effetti benefici da una parte, e l’analisi di tutti gli ambiti di intervento riabilitativo e di diagnostica propedeutica alla riabilitazione dall’altra. Il convegno ha dunque l’obiettivo di analizzare e discutere le evidenze scientifiche e le basi neurofisiologiche a supporto di tecnologia e robotica nella riabilitazione e di affrontare le interazioni tecnologia-persona nel percorso riabilitativo. Le relazioni presenteranno alcune tra le migliori esperienze condotte in Lombardia. L’appuntamento si distinguerà per la varietà di momenti e tematiche: dall’interazione sensitivo-motoria, con la robotica e le sue esperienze applicative, all’interazione cognitiva, con focus su mente, cervello e realtà virtuale, che si sta rivelando di particolare efficacia per la riabilitazione pediatrica.