Trismoka è passione per il caffè. Paolo Uberti ne respira l’atmosfera fin dal 1981 quando suo padre, Gino, acquistò l’azienda dai tre precedenti proprietari. Fu un salto nel buio, perché la famiglia Uberti da quel momento si trovò proiettata in un settore che le era del tutto sconosciuto. Ma fu anche un colpo di fortuna, perché l’affascinante mondo del caffè non avrebbe mancato di riservarle soddisfazioni importanti.

Passione per il caffè a gestione famigliare

«Mio padre s’impegnò a fondo per impostare l’attività in direzione della crescita – spiega l’attuale titolare – Studiò il settore fino a che non individuò la strategia giusta. Io sono entrato in Trismoka nel 1993.  La gestione dell’azienda è sempre stata famigliare tanto che oggi continuano a collabora- re con me mia mamma Zelinda e mia moglie Silvia».

Pionieri della formazione

Uno dei pilastri su cui Trismoka ha costruito il proprio successo è quello della formazione. «Vent’anni fa abbiamo incontrato sulla nostra strada una persona importante – ricorda Paolo – si chiama Roberto Pregel. E’ stato lui a stimolare in noi l’attenzione per la formazione e l’aggiornamento.  Spinti dalle sue parole, da quel momento abbiamo cominciato ad approfondire la cultura del caffè con particolare interesse. La concorrenza all’epoca non pensava fosse importante, invece noi abbiamo subito capito che conoscere la materia prima e le tecniche per fare il caffè correttamente fosse determinante per la nostra crescita. E abbiamo avuto ragione perché oggi proprio la formazione è il pilastro su cui stiamo costruendo il nostro successo».

Centro di formazione all’avanguardia

«Io ho approfondito gli studi sul caffè fin dall’infanzia diventando assaggiatore – riprende il titolare – mentre in azienda abbiamo aperto un vero e proprio centro di formazione per baristi nel quale ogni anno apprendono i segreti del mestiere centinaia di ragazzi. Alcuni di loro hanno ottenuto gratificazioni notevoli, partecipando ai diversi campionati nazionali e internazionali che organizziamo ogni anno anche in collaborazione con altre realtà del nostro settore».

Crescita costante nel tempo

«La crescita nel tempo ci ha costretto a cambiare sede un paio di volte. Trismoka nel 1981 era a Iseo, nel 1987 si è trasferita a Paratico (Bs) e oggi è qui, nello stesso comune, ma in un edificio costruito appositamente, dove all’amministrazione e al centro di formazione affianchiamo la moderna torrefazione. Poiché per noi il caffè è un’arte, abbiamo voluto costruire la nuova casa di Trismoka seguendo criteri che riflettessero questa convinzione». Basta entrare nella sorprendente hall dell’azienda per constatare con i propri occhi che l’ambizioso obiettivo è stato centrato.

Quattro miscele, cinque monorigine

Sentir parlare Paolo Uberti di caffè è di per sé entusiasmante. «Trismoka produce quattro  miscele e cinque monorigine – spiega – La nostra forza è quella di fare in modo che a ogni raccolto la qualità dei prodotti resti costante. Questo obiettivo lo si può centrare solo prestando la massima attenzione alla selezione della materia prima, proveniente da tutto il mondo. Il caffè è una pianta meravigliosa, che a seconda delle condizioni meteorologiche e delle caratteristiche dei terreni, nonché dell’altitudine a cui è coltivato, assume caratteristiche organolettiche, aroma e gusto differenti. Riuscire ogni volta a fare le scelte migliori nel nostro campo è indice di professionalità».

Leggi anche:  Assemblea Assolombarda 2019: l'intervento integrale del presidente Bonomi

Obiettivo qualità

«Siamo una realtà piccola che opera con l’obiettivo di garantire ai nostri clienti la massima qualità – aggiunge Uberti – E con il prodotto, deve esserci anche il servizio. Per questo sul nostro territorio seguiamo i bar con la massima attenzione proponendo dalla formazione alle miscele, dalla macchina del caffè a tutta l’attrezzatura in comodato d’uso gratuito. Siamo poi presenti anche all’estero dove facciamo in modo che i nostri rivenditori possano garantire un forte supporto a chi ci sceglie. E’ possibile trovare Trismoka, tra gli altri, anche in Arabia Saudita, Iran, Dubai, Ucraina, Polonia, Germania, Olanda, Spagna e Stati Uniti».

Bravi baristi non solo in Italia

A proposito di estero, il titolare di Trismoka invita a una riflessione: «Pensa che solo gli italiani sappiano preparare un buon espresso? In realtà può gustare ottime tazzine anche lontano dai nostri confini. Il campione del mondo di quest’anno, per esempio, è il coreano Hun Paol». Per chiudere, da non tralasciare che Trismoka è tra i promotori dei Campionati italiani per baristi che si svolgono a Rimini in gennaio e del Milano Latteart Challenge biennale, durante la fiera Host. «Dell’ultima iniziativa siamo stati gli ideatori – conclude Uberti – Le due manifestazioni hanno contribuito alla nostra crescita e ne siamo orgogliosi».

L’azienda in breve

Trismoka, acquistata nel 1981 dalla famiglia Uberti, si trova oggi a Paratico in via Garibaldi 29, (www.trismoka.it, tel. 035.913636), in una nuova sede progettata e costruita con l’obiettivo di trasmettere in ogni visitatore un messaggio: «Il caffè è arte». Non a caso l’azienda, gestita dal titolare Paolo Uberti, segue con la massima attenzione ogni fase della produzione delle sue quattro miscele e cinque monorigine. Tra i pionieri della cultura del caffè, Trismoka ha attivato anche un vero e proprio centro di formazione per professionisti dove ogni anno si aggiornano e si perfezionano centinaia di baristi. L’azienda è stata, infine, tra i promotori del Campionato Italiano Baristi che si tiene annualmente a Rimini in gennaio ed è l’ideatore e organizzatore del biennale Milano Latteart Challenge, organizzato durante Host, fiera di settore.

Informazione pubblicitaria