Due cappelle realizzate dalla storica azienda erbuschese Moretti spa (leggi qui) alla Biennale di Architettura. Sono state progettate da Smiljan Radic e Andrew Berman.

Due cappelle: le opere

Moretti spa è stata chiamata a realizzare due progetti molto diversi tra loro. La prefabbricazione in cemento armato per la cappella progettata da Radic. E quella invece in legno lamellare per l’opera di Berman. La chiamata è arrivata dal curatore Francesco Dal Co.

Il concept

Si tratta di un evento straordinario per il suo valore culturale.  Alla Biennale, infatti, dieci architetti di fama mondiale sono stati chiamati a misurarsi sul concept “cappella nel bosco”. Un soggetto che ingloba il tema della tutela dello spazio naturale circostante. Ma anche la possibilità di riuso dell’opera al termine dell’esposizione. L’azienda erbuschese le realizzerà al Padiglione della Città del Vaticano. Che sarà allestito sull’isola di San Giorgio Maggiore.

Il commento

“Da sempre amiamo poterci confrontare e misurare con la creatività e il pensiero di architetti con culture diverse”, ha commentato la vice presidente Valentina Moretti. “Tutte le volte che lo abbiamo fatto è stata una straordinaria occasione di crescita. Sperimentare insieme soluzioni tecniche innovative per dare attuazione ai loro progetti è stata un’esperienza davvero arricchente”, ha proseguito. Per la terzogenita di Moretti “una cappella, soprattutto se collocata in un contesto naturale, può assolvere perfettamente alla funzione di luogo di meditazione”. Un po’, insomma, “come un tempo era per le santelle”. Un modo, quindi, per rispondere all’esigenza “di riflettere in silenzio sulla propria vita che ciascuno di noi si porta dentro”.

Leggi anche:  Villani in festa apre coi The Sun