Il 1953 è l’anno del Pulitzer ad Ernest Hemingway per “Il Vecchio e il mare”, dell’uscita nella sale cinematografiche di “Vacanze romane” e della prima ascensione sull’Everest. E’ lo stesso anno in cui volano i primi aerei targati Lufthansa, sul mercato degli elettrodomestici compare la marca Indesit e in quello della moda il brand Missoni. A Casirate d’Adda, invece, prende il via un’altra storia, un’altra ascesa formidabile anche se meno nota al grande pubblico. È quella della Colombo Filippetti, oggi azienda leader in Europa nella progettazione e produzione di camme e meccanismi a camme per l’automazione industriale.

Il direttore generale della Colombo Filippetti

Il ruolo dell’attività nel panorama internazionale è ben spiegato dal suo direttore generale, Stefano Colombo: «La storia dell’azienda ha radici lontane, profonde nel nostro territorio. – spiega – Oggi, però, i mercati di sbocco principali, in un mondo globalizzato, sono i paesi e le nazioni che hanno un aspetto e un profilo industriale già evoluto ed avanzato, come gli Stati Uniti oppure la Germania, se vogliamo mantenere un riferimento europeo». Dagli anni Cinquanta ad oggi tutto ruota intorno alla tecnologia a camme, con la quale sono sviluppati i prodotti: «Da quasi settant’anni la Colombo Filippetti sviluppa tecnologie meccaniche per le automazioni industriali: è questo il nostro core business – continua Colombo – In Italia sviluppiamo il 60% del nostro fatturato con aziende leader del loro settore di riferimento, soprattutto nell’ambito dell’imballaggio e del confezionamento».

Dal secondo dopoguerra al nuovo millennio

Naturalmente tanto è cambiato rispetto al secondo dopoguerra. Negli anni Settanta, l’avvento del processo di standardizzazione ha consentito alla Colombo Filippetti di avere un catalogo completo di meccanismi per le più comuni, affidabili e standardizzate esigenze di automazione. Gli anni Novanta sono invece quelli dell’approccio co-engineering. Basandosi su decenni d’esperienza, il know-how dell’azienda è stato messo a disposizione dei clienti per l’ingegnerizzazione in collaborazione ed una progettazione e una produzione interamente customizzate. Ed eccoci al nuovo millennio: l’incremento dei prodotti speciali e personalizzati, la crescita in importanza della tracciabilità del prodotto e dei componenti, la gestione della crescita produttiva, le esigenze della lean-production ed il just-in-time della clientela necessitavano di essere gestiti.

Filiali e reti di vendita in tutto il mondo

Proprio per questo motivo la Colombo Filippetti (prima PMI Italiana a farlo) ha installato il gestionale ERP-SAP con schedulatore a capacità finita APO. Oggi l’impresa ha la forza per costruire filiali e reti di vendita in tutto il mondo. E inoltre conta 135 dipendenti, con 21 assunzioni negli ultimi tre anni, e un fatturato nel 2017 che sfiora i 19 milioni di euro.

Leggi anche:  BCC del Garda, Alessandro Azzi lascia a sorpresa la presidenza dell'istituto bancario

Le risorse umane e il nuovo management team

Le risorse umane sono uno dei punti di forza messi in evidenza da Stefano Colombo: «Le persone che lavorano con noi sono uno dei fattori di successo più importanti, si tratta di uomini e donne appassionati della loro opera – prosegue il direttore generale – Spesso sono entrate in Colombo Filippetti come primo impiego, seguendo poi un profilo di carriera interno e percorsi formativi che sviluppiamo ad hoc per le nostre risorse». La riflessione sull’eccellenza di chi lavora per l’azienda di Casirate d’Adda riguarda anche il management. «Da qualche anno in Colombo Filippetti abbiamo un nuovo management team, riguardante sia la parte commerciale che quella produttiva e tecnologica – sostiene – Contiamo molto sulle loro energie e capacità, sia per le espansioni di mercato che per gli sviluppi di prodotto».

Il futuro parla ancora di crescita

Per concludere non può mancare uno sguardo al futuro, sia a breve che a medio termine. «Una grande spinta è arrivata da Industrie 4.0, il piano nazionale che ha riguardato ovviamente gli impianti produttivi e tutto quello che è la parte produttiva dell’azienda – conclude Colombo – Anche lì stiamo operando e facendo investimenti molto importanti, così come sulle tecnologie di lavorazione dei nostri prodotti. Prevediamo una crescita, soprattutto sui mercati europei ma anche su quelli internazionali come Stati Uniti, India e Cina».

L’azienda in breve

Quando si parla della Colombo Filippetti SPA si fa riferimento a un’azienda leader in Europa nella progettazione e nella produzione di camme e meccanismi a camme per l’automazione industriale. Questo importante player del mercato internazionale dopo anni di forte espansione “muscolare” in capacità produttiva, ha in corso un intenso percorso di crescita “celebrale” in formazione interna e metodologie di proposta commerciale, atte a sostenere i grandi cambiamenti di cui l’azienda ha bisogno. La rete commerciale è presente in tutte le aree del mondo, dalla Germania alla Francia, passando per Stati Uniti, India, Spagna, Regno Unito e Turchia. Il quartier generale si trova a Casirate d’Adda, in via Rossini 26. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.cofil.it, scrivere a info@cofil.it o chiamare lo 0363.3251.

 

Informazione pubblicitaria