Vacanze sulla neve, fra poco ripartirà la stagione. E sarà possibile tornare ad esibirsi sulle piste montane, fra straordinarie discese sugli sci e corse con lo snowboard. Perché tanta sicurezza nelle nostre qualità? Secondo l’indagine Gente da Neve 2019 commissionata dall’agenzia di viaggi online Expedia.it e condotta su un campione di mille italiani, gli sciatori migliori siamo proprio noi. Con grande orgoglio il 55% dei rispondenti pensa infatti che i migliori sciatori siano italiani. Il secondo posto è affidato ai “cugini” svizzeri (47%), mentre sul gradino più basso del podio troviamo gli austriaci (43%).

Vacanze sulla neve, l’Italia è la meta più apprezzata

La concezione nazionalistica delle vacanze sulla neve prosegue quando si parla degli stati che offrono le migliori attrattive per sciatori e snowboarder. In vetta c’è di nuovo il nostro paese, scelto dal 27% degli italiani e seguito a ruota da Svezia (16%) e Svizzera (13%). In ogni caso la fetta che comanda è quella di chi non preferisce nessuna nazione in particolare, rappresentata dal 34%. Anche pensando a chi dà il meglio di sé fuori pista, in termini di intrattenimento e socialità, il risultato non cambia: gli italiani votano gli italiani, al primo posto di questa speciale classifica con il 55% delle preferenze. Dietro troviamo un gruppetto composto da svizzeri, austriaci e spagnoli, tornati alla ribalta quando si tratta di socializzare.

Le pratiche che non possiamo sopportare

C’è però qualcosa che gli italiani proprio faticano a digerire. E si tratta dei gruppi di persone che fanno capannello nel bel mezzo della pista, anziché accomodarsi ai suoi lati. Secondo il 67% si tratta del comportamento inappropriato più odiato. Anche il partito di chi non apprezza chi esagera in pista è nutrito (46%), riferendosi dunque agli sciatori che pensano di essere in una gara di Coppa del Mondo. Vista male, per fortuna, anche la pratica di bere alcolici per sciatori e snowboarder che in seguito si gettano in pista. Deprecabili anche gli sciatori che si lamentano degli snowboarder e viceversa (27%), così come le persone che si esibiscono di fronte ad uno smartphone o ad una telecamera.

Il parere dell’esperto

“Gli italiani pensano di essere i migliori sciatori su piazza, ma riconoscono che anche svizzeri e austriaci ci sanno fare. Ovviamente c’è un po’ di campanilismo in queste risposte, ma sicuramente chi ha a disposizione tante piste a distanze non proibitive comincia a sciare sin da piccolo inserendo la vacanza sulla neve tra quelle tradizioni a cui non si può proprio rinunciare. Il consiglio è quello di pianificare le proprie sciate con un po’ di anticipo e di sfruttare al massimo i weekend, prenotando una notte in albergo invece che salire in montagna “in giornata”. Potrebbe poi essere un’ottima occasione per passare una serata a discutere con austriaci e svizzeri su chi siano gli sciatori migliori!” ha dichiarato Michele Maschio di Expedia.it.