Torna in Franciacorta il festival Rinascimento culturale: dal 13 settembre al 29 ottobre si proverà a costruire un futuro migliore attraverso la cultura.

Torna in Franciacorta il festival Rinascimento culturale

Torna il festival Rinascimento Culturale che farà tappa a Palazzolo, Erbusco, Travagliato, Gussago, Adro e Capriolo. Tra gli ospiti anche: Guido Tonelli, Vito Mancuso, Donald Sassoon e Telmo Pievani. Diciotto appuntamenti, dal 13 settembre al 29 ottobre, che in meno di due mesi proveranno ad immaginare e costruire un futuro migliore attraverso la cultura.

Ideato e promosso dall’omonima associazione, sotto la direzione artistica di Alberto Albertini e quella organizzativa di Fabio Piovanelli, il festival Rinascimento Culturale diventa un punto di riferimento sempre più importante in questi anni complessi e di trasformazione, tagliando il traguardo delle sei edizioni.

Gli ospiti

L’obiettivo rimane quello di sempre: proporre nuove idee, visioni e prospettive, ospitando i protagonisti più illustri della contemporaneità.

“Il nome di Rinascimento è ormai consolidato – ha spiegato Albertini – Continuiamo con lo stesso spirito, suggerire una rinascita e dare nuove prospettive attraverso la cultura, cultura intesa in senso ampio. Ed è questa, forse, la caratteristica peculiare del nostro festival: contaminare i campi del sapere, intrecciandoli e creando corrispondenze tra i diversi settori come la Filosofia, la Teologia, la Scienza, la Storia, l’Arte e la Matematica, la Letteratura, la Sociologia e, perché no, anche la Nutrizione. I relatori quest’anno sono tutti di alto livello. Mi vengono in mente: Tonelli, con le sue ricerche sul bosone di Higgs, Pievani è uno dei più grandi darwinisti al mondo, Barbero uno storico che non ha bisogno di presentazioni. E Severino, filosofo contemporaneo che recentemente abbiamo scoperto veniva letto e seguito da Heidegger”.

A Erbusco e Travagliato gli incontri con la Storia

Rinascimento Culturale prende il via venerdì 13 settembre nella Chiesa Parrocchiale di Villa Pedergnano (frazione di Erbusco) con il filosofo Umberto Galimberti, grande amico del festival, nell’incontro dal titolo “In dialogo con i nostri pregiudizi”. Alla Pieve di Via Castello, invece, il 20 settembre è attesa Benedetta Craveri, critica letteraria e scrittrice, che “fa tappa” nell’Ancien Regime francese con un incontro su “Gli ultimi libertini. Maestri d’arte e figli dei lumi alla fine dell’antico regime”. Seguendo il filo rosso, sabato 21 settembre al teatro comunale spazio alla “Nascita della cultura di massa e la sua globalizzazione” con Donald Sassoon, storico britannico allievo di Eric Hobsbawm.

Il Medioevo sarà il protagonista dei successivi tre appuntamenti: martedì 24 settembre alla Pieve è atteso Riccardo Rao con “I paesaggi dell’Italia medievale”, giovedì 26 settembre presso la Cantina Derbusco Cives è in programma l’incontro con Andrea Gamberini dal titolo “Inferni medievali: la rappresentazione pittorica dell’aldilà”, per finire venerdì 27 settembre con Alessandro Barbero presso la chiesa parrocchiale S.M. Assunta con “Le rivolte popolari nel Medioevo: storia di una rivolta contadina”.

Leggi anche:  Torna il presepe in Casa di Riposo a Verolanuova

Lo stesso Alessandro Barbero, sarà poi presente il giorno successivo, sabato 28 settembre, a Travagliato presso la chiesa parrocchiale di Piazza Libertà con un secondo incontro sulle rivolte popolari nel Medioevo ma con gli occhi puntati questa volta sulla rivolta operaia.

Palazzolo sull’Oglio e Adro, le piazze del Pensiero

A completare gli appuntamenti di Rinascimento Culturale del mese di settembre ci saranno a Palazzolo, martedì 17 settembre il teologo Vito Mancuso, presso l’auditorium San Fedele, con “L’eresia di Spinoza” accompagnato dall’esposizione delle opere artistiche di Marco Pedrali e Stefania Marini.

Venerdì 20 settembre ad Adro (alle 11 all’Istituto Madonna della Neve) con Massimo Campanini spazio a “Il pensiero islamico contemporaneo: dalla rinascita ottocentesca allo scontro con la modernità”. Da non perdere infine l’appuntamento con il filosofo Emanuele Severino, a Palazzolo per domenica 29 settembre presso l’auditorium di San Fedele con “Nomos”.

La Scienza fa tappa a Capriolo

Il mese di ottobre si apre giovedì 3 a Capriolo con Telmo Pievani, nell’incontro dal titolo “Riscrivere il DNA: il futuro è arrivato”, seguito da Guido Tonelli, martedì 8 ottobre, sempre all’auditorium BCC, con “Genesi: il grande racconto delle origini”. Il matematico del CNR Roberto Natalini è atteso invece giovedì 10 ottobre con “L’unione fa la forza”. Tutti gli incontri sono in programma all’auditorium BCC del Basso Sebino.

Ma Rinascimento Culturale quest’anno parla anche di Nutrizione e Salute nell’incontro “La buona salute” del dottor Pierluigi Rossi e Patrizio Roversi a Palazzolo sull’Oglio martedì 15.

Arte e Sociologia a Gussago

Gussago infine sarà teatro di tre appuntamenti sull’Arte e la Sociologia: mercoledì 16 ottobre il sociologo Giuseppe De Rita presso la Chiesa di San Lorenzo è atteso in “Cambiamento o sviluppo: un conflitto implicito”. Maria Pia Veladiano, scrittrice e insegnante, invece sarà presente venerdì 18 ottobre in Sala Civica Togni con “Parole di Scuola”. Stessa location anche per l’incontro con lo storico dell’arte Simone Facchinetti, venerdì 25 ottobre, che parlerà di “Storie e segreti del mercato dell’arte”.

Rinascimento Culturale e il territorio: un dialogo felice

Diverse le collaborazioni che il festival tesse anche quest’anno con il territorio. A partire dall’appuntamento all’interno dell’iniziativa “Un libro per piacere” organizzata dal Sistema Bibliotecario Sud-Ovest Bresciano. A Coccaglio il 29 ottobre con Stefano Ardito, tra i più importanti scrittori e giornalisti sulla montagna, in dialogo con Paolo Festa in “La montagna e la storia” nell’auditorium S. Giovanni Battista in Castello.

Confermata anche la collaborazione con la Rassegna della Microeditoria di Chiari in programma l’8, 9 e 10 novembre, con due laboratori sui Mestieri del Libro targati Rinascimento Culturale.

Tutti gli appuntamenti sono in programma alle 20.45 (ad eccezione dell’incontro di venerdì
20 settembre con Massimo Campanini, fissato alle ore 11 all’Istituto Madonna della Neve di Adro).
L’ingresso è libero e su richiesta viene rilasciato un attestato di partecipazione per studenti e insegnanti.

TORNA ALLA HOME PAGE