Si è svolto ieri sera nella ex casa della Carità in via Garibaldi l’incontro organizzato dagli Alpini di Calcinato e Calcinatello per parlare della storia di Calcinato (nella foto in alto: la consegna finale dei relatori del volume sulla storia alpina e di un calco del simbolo degli Alpini di Calcinato).

L’adunata Sezionale bresciana che si svolgerà il 2-3 giugno a Calcinato anima il paese di una catena di eventi e incontri.

Relatori

Dialogavano il professor Aldo Accardo, ordinario di storia contemporanea all’Università di Cagliari e presidente del Comitato Sardo per le celebrazioni dei grandi eventi della Prima Guerra Mondiale, e Mauro Pellegrini, storico di Calcinato e autore del volume “Storia di Calcinato”.

Presenti 120 persone nella saletta intitolata, per coincidenza forse non casuale, alla Brigata Sassari. Brigata sarda che fu il reparto più decorato del Regio esercito durante la Prima Guerra Mondiale, e che rimase di stanza a Calcinato per completare l’addestramento prima di andare al fronte.

Leggi anche:  Gli Alpini di Toscolano hanno festeggiato 90 anni

Storia di Calcinato appassiona il pubblico

Erano presenti anche il sindaco di Calcinato Marika Legati e i Gruppi di Calcinato e Calcinatello. Inoltre, i rappresentanti di numerosi gradi alpini bresciani. Ospite d’onore il responsabile provinciale degli Alpini di Brescia, Gianbattista Turrini.

Una serata densa di stimoli culturali e di riflessioni sulla società di Calcinato, sconvolta dall’arrivo di un numero di soldati doppio rispetto agli abitanti. Il volume, ricco di testimonianze e lettere inedite, si intitola “Calcinato durante la mobilitazione 1915-1919” ed è disponibile all’acquisto online.

Per approfondire

Qualche considerazione sulla Storia di Calcinato da parte di Mauro Pellegrini sarà sul Montichiari Week di venerdì 25.