L’associazione Liberi Libri scrive un comunicato in merito ai fatti accaduti ieri, sabato 16, in piazza Cavour, durante l’installazione Bad News.

La parola all’associazione

Liberi Libri coopera da quasi dieci anni con il Comune di Rovato e con altri enti e associazioni in maniera proficua e senza aver mai avuto il benché minimo problema, partecipa dal 2015 alle iniziative di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne promosse da Auser Rovato. L’installazione Bad News ha comportato l’affissione di pannelli in corrispondenza dei pilastri di piazza Cavour che sono stati ricoperti di un drappo rosso. Alle 17.30 una pattuglia della Polizia Locale  ha notificato un’ordinanza emessa dal Comune con la quale è stata intimata la immediata rimozione dell’installazione. Liberi Libri ha svolto e soddisfatto tutte le pratiche sia con il Comune che con i proprietari dei Portici Vantiniani, inoltre il materiale dell’installazione è stato previamente condiviso con i membri della Giunta. “L’associazione Liberi Libri ribadisce con forza la legittimità del proprio operato – si legge nel comunicato emesso dal Direttivo dell’associazione- Si dissocia energicamente dalla condotta del Sindaco di Rovato: non è possibile frustrare in questo modo il lavoro di decine di volontari che gratuitamente si prodigano da anni per il nostro paese, ma soprattutto non è accettabile definire “carnevalata” una manifestazione di sensibilizzazione sulla violenza di genere realizzata con correttezza, rispetto e intelligenza comunicativa. Cogliamo l’occasione per ringraziare tutte le persone che ci hanno appoggiato e che hanno consentito l’ideazione e la realizzazione di questa esposizione. Speriamo che il pubblico possa godere in futuro dell’installazione e ci riserviamo ogni azione in ogni competente sede giudiziaria”.

Leggi anche:  Premio di Eccellenza Nazionale, la cerimonia si è tenuta a Rovato

TORNA ALLA HOME PAGE