Una folla oceanica, mai vista in paese, ha accolto in oratorio la sfilata del Palio delle contrade al quale partecipano centinaia di capriolesi. E’ il primo anno del palio dopo più di vent’anni d’assenza.

Campagna, Castello, Mulino e San Carlo disputeranno per tutta la giornata di oggi, domenica, una serie di giochi per aggiudicarsi il Palio.

Palio, la sfilata inaugurale

Le quattro contrade hanno organizzato le sfilate nelle varie zone per poi partire in sfilata da via Primo maggio in direzione oratorio. Il lungo corteo è stato preceduto dal palio e ha visto la partecipazione dei rappresentanti di tutte le contrade abbigliati con vestiti che richiamavano il passato.

Assieme a loro c’erano anche le Sbandieratrici e i musici e le majorettes. Entrambi i gruppi hanno iniziato anche la serata inauguarale con diverse esibizioni.

La prima serata del Palio

Le Sbandieratrici hanno lanciato le bandiere in alto per avere un auspicio dei vincitori.

Le varie contrade sono state presentate da don Marco Mondini e dal coordinatore della grande festa, Battista Cadei. Una a una si sono susseguite negli spazi del campo da calcio, hanno raccontato la propria storia e hanno proposto una breve esibizione.

Leggi anche:  Cologne rinnova il suo impegno per l'ambiente

L’entusiasmo era alle stelle e ogni angolo dell’oratorio era gremito.

Il primo gioco

Il primo gioco è stato la Coesa dei cavalieri: la coppia in gioco (in tutto erano 8, 2 per contrada) era unita e il “cavallo”, la persona davanti non poteva vedere il tortuoso percorso a ostacoli che aveva davanti mentre il cavaliere poteva guidare il compagno solo utilizzando le redini, senza parlare.

Questa prima attività è stata vinta dalla contrada San Carlo.

Domenica

Oggi, domenica, in oratorio verrà celebrata la messa seguita, a mezzogiorno, dallo spiedo. I giochi riprenderanno alle 14.30 e proseguiranno per tutta la giornata fino alle 22.30 quando verrà decretata la contrada vincitrice.