Questa mattina, nel Santuario della Pieve si è svolto un interessante convegno che ha illustrato la storia e l’archeologia del luogo

Bolgolius

I numerosi relatori hanno presentato nelle loro esposizioni i ritrovamenti notevoli del territorio. Sandro Guerrini, progettista dei lavori nella pieve, ha illustrato la storia e l’architettura del luogo di culto, Serena Solano, funzionaria del Soprintendenza per le provincie di Bergamo e Brescia, ha mostrato gli importanti reperti rinvenuti nel territorio di Orzivecchi, e Andrea Breda, Soprintendente delle provincie di Bergamo e Brescia, ha descritto il territorio tra la Tarda antichità ed il Medioevo. L’archeologa Alberto Crostato ha presentato gli scavi della Pieve del Bigolio illustrando e tutte le fasi costruttive. Fiore all’occhiello della giornata l’esposizione di GianLucaGregorio, docente alla Sapienza di Roma, che ha illustrato l’iscrizione dell’ara rinvenuta negli scavi: primo esempio di iscrizione sacra rinvenuta ad Orzivecchi. L’ex voto èd dedicato al dio pre romano Bolgolius, testimoniando ancora una volta la ricchezza storica del territorio.

Leggi anche:  Il Natale a Salò prende il via con la Festa della Luce GALLERY

TORNA ALLA HOME PAGE