Le “Voci quasi nuove” hanno donato emozioni e risate ai verolesi per beneficenza

Lo spettacolo per l’Airc è andato in scena sabato scorso

Un sabato sera a favore dell’Airc in cui non sono mancate le risate durante lo spettacolo «La vita è tutta un film» organizzato da artisti insoli.

Le «Voci quasi nuove», gruppo di interpreti nato all’interno dell’Università aperta di Verolanuova,  hanno portato in scena all’auditorium dell’itc Mazzolari uno spettacolo a favore dell’Airc, associazione italiana per la ricerca sul cancro.
Ogni anno il gruppo cambia la realtà benefica a cui destinare il ricavato della serata ma non cambia per gli interpreti il sapersi divertire e nel contempo saper essere d’aiuto.
Negli scorsi anni infatti il devoluto dei loro otto spettacoli è stato donato a diverse associazioni del paese e del territorio.

«Impegnarsi anche da nonni è qualcosa di gratificante e di gioioso, si ritorna indietro nel tempo, non contiamo gli anni e ce la mettiamo tutta – ha commentato divertita Rosa, la portavoce del gruppo – e abbiamo molte soddisfazioni».

Leggi anche:  Dove sono finite le bici della Comunità montana?

A presenziare allo spettacolo, fatto da spezzoni rivisitati del festival di Sanremo e di alcuni film, con finale alternativo, a cui si sono aggiunti dei brani interpretati dalla voce di Mara Conserva, c’erano il presidente dell’Università aperta Baldassarre Monfardini, l’assessore alla Cultura del Comune di Verolanuova Maria Angela Nervi e la dottoressa Anna Maria Bonvicini per l’Airc.

 

Un articolo dedicato all’evento sarà pubblicato sul prossimo numero del ManerbioWeek in edicola venerdì 11 maggio.