Il Festival Suoni e Sapori del Garda torna sabato 21 settembre alle  21.15 nella Chiesa della Madonna della Neve di Moniga del Garda .

Ad andare in scena il soprano Paola Quagliata e la musicista Silvia Sesenna al fortepiano proporranno il concerto «Voce Forte Piano» con opere di Wolfgang A. Mozart, Franz Schubert, Ludwig van Beethoven, Franz Joseph Haydn e Vincenzo Bellini.

Prima del concerto, alle 20.15, è prevista la visita guidata alla chiesa a cura dell’«Associazione culturale La Melagrana».

Al termine del concerto sarà offerta una degustazione olio a cura del «Frantoio Manestrini» di Soiano del lago.

Il soprano Paola Quagliata

Paola Quagliata (soprano), è una cantante curiosa di natura che si esibisce sia nel repertorio classico che in quello jazz e sperimentale, alternando all’attività artistica anche quella didattica. Laureata con lode in canto al Conservatorio «G.Nicolini» di Piacenza debutta nel Teatro d’Opera grazie alla vittoria nel prestigioso Concorso Aslico di Milano grazie al quale comincia ad esibirsi nei maggiori teatri d’opera italiani sotto la guida di noti direttori e registi, con una speciale predilezione per il repertorio del Settecento. Esplora in più occasioni il repertorio da camera italiano, francese e tedesco. Ha al suo attivo numerose incisioni discografiche (Bongiovanni, Dynamic, K617) e collabora con noti musicisti della scena jazz italiana e statunitense tra cui Bruce Barth, Rudy Royston, Antonio Zambrini, Roberto Olzer.

Silvia Sesenna

Silvia Sesenna (fortepiano), si è diplomata in pianoforte al Conservatorio «G.Nicolini» di Piacenza e ha iniziato gli studi di clavicembalo a Parigi sotto la guida del Maestro Ilton Wjuniski, dove ha ottenuto il primo premio all’unanimità di clavicembalo, basso continuo e musica barocca. Al Conservatorio Nicolini ottiene la laurea di II livello in clavicembalo, tastiere storiche e musica da camera con il massimo dei voti e la lode. Ha seguito i corsi di perfezionamento al Conservatorio di Ginevra conseguendo il diploma di perfezionamento nella classe di Cristiane Jaccottet. Nel 2016 ha collaborato con l’ensemble Europa Galante al Musikfest Bremen e all’International Music Festival di Varsavia, sia come clavicembalista che al fortepiano.

Leggi anche:  Festival Suoni e Sapori del Garda contro la violenza sulle donne

Programma

W.A.Mozart (1756 – 1791) F. Schubert (1797 – 1828)

Abendempfindung Wohin

An Chloë Ständchen

Die Warnung Gute Nacht

Die Forelle

L. van Beethoven (1770 – 1827) F. J. Haydn (1732 – 1809)

Hoffnung Arianna a Naxos

Liebes Klage

Vincenzo Bellini (1801 – 1835)

Vaga luna che inargenti

Per Pietà Bell’Idol Mio

 

Il Festival Suoni e Sapori del Garda

Il Festival propone un circuito di spettacoli ad ingresso libero inseriti in un unico cartellone, con il diretto coinvolgimento dei Comuni afferenti all’intero bacino lacustre e al suo immediato entroterra. Il maestro Serafino Tedesi, coadiuvato dalla sua associazione culturale Infonote presieduta da Gloria Pedrazzini, ne ha assunto la piena direzione artistica, con l’intento di riuscire a coinvolgere sempre più comuni, anche delle province limitrofe. Quest’anno, ai comuni di Calvagese della Riviera, Gardone Riviera, Gargnano, Gavardo, Lonato del Garda, Moniga del Garda, Puegnago del Garda, Salò, San Felice del Benaco, Tignale e Toscolano Maderno, si aggiungono i comuni di Castelnuovo del Garda, Desenzano del Garda e Torri del Benaco.

Anche per il 2019 l’obiettivo è quello di coniugare musica, cultura e sapori attraverso le visite guidate ad alcuni luoghi del festival, con l’associazione culturale La Melagrana, e le degustazioni di vino e olio offerti dai soci delle associazioni Strada dei Vini e dei Sapori del Garda e Consorzio Olio Garda dop.

Grazie alla collaborazione con il Consorzio Lago di Garda Lombardia il Festival si propone di contribuire alla valorizzazione delle località che ospiteranno i luoghi dei concerti in una sorta di percorso ideale attorno al lago. La Comunità del Garda sovrintende al coordinamento istituzionale e amministrativo.

TORNA ALLA HOMEPAGE