Concerto di primavera a Villa Alba in programma domenica 5 maggio a partire dalle 17.30.

Mendelssohn inaugura la settima edizione del Festival

Sarà la Sinfonia n. 4 op. 90 «Italiana» di Felix Mendelssohn ad inaugurare la settima edizione del Festival d’area «Suoni e Sapori del Grada».

Domenica 5 maggio alle  17.30 a Villa Alba di Gardone Riviera è in programma il «Concerto di primavera» che da anni tradizionalmente apre e conclude la rassegna concertistica lungo le rive del Benaco.

L’Orchestra Infonote, diretta dal maestro Serafino Tedesi, eseguirà la famosa sinfonia del «romanticismo felice», come fu ben definito quello di Mendelssohn. La composizione, detta italiana perché abbozzata durante il soggiorno dell’autore nel nostro paese, fu più volte ritoccata nella partitura da un Mendelssohn sempre insoddisfatto dei risultati ottenuti. Fu pubblicata solo dopo la morte del compositore nel 1851, divenendo in breve tempo uno dei suoi lavori più celebri. A seguire, l’Orchestra Infonote proporrà Concerto per violino e orchestra op. 64, eseguito dal violino solista Kaori Ogasawara, dal 2010 nell’organico stabile dei primi violini del Teatro alla Scala di Milano.

Al termine della serata saranno offerte degustazioni olio e vino a cura di Consorzio Olio Garda Dop e Azienda Agricola La Torre.

 

Il programma

Felix Mendelssohn

Sinfonia n. 4 op. 90 “Italiana”

I Allegro vivace

II Andante con moto

III Con moto moderato

IV Saltarello. Presto

e orchestra op. 64

I – Allegro molto appassionato

II – Andante

III – Allegretto non troppo

Allegro molto vivace

Il Festival

Il Festival propone un circuito di spettacoli ad ingresso libero inseriti in un unico cartellone, con il diretto coinvolgimento dei Comuni afferenti all’intero bacino lacustre e al suo immediato entroterra. Il maestro Tedesi, coadiuvato dalla sua associazione culturale Infonote presieduta da Gloria Pedrazzini, ne ha assunto la piena direzione artistica, con l’intento di riuscire a coinvolgere sempre più comuni, anche delle province limitrofe.

Leggi anche:  Chiusura temporanea del ponte della Selva a Gardone Riviera

Quest’anno, ai comuni di Calvagese della Riviera, Gardone Riviera, Gargnano, Gavardo, Lonato del Garda, Moniga del Garda, Puegnago del Garda, Salò, San Felice del Benaco, Tignale e Toscolano Maderno, si aggiungono i comuni di Castelnuovo del Garda, Desenzano del Garda e Torri del Benaco.

Anche per il 2019 l’obiettivo è quello di coniugare musica, cultura e sapori attraverso le visite guidate ad alcuni luoghi del festival, con l’associazione culturale La Melagrana, e le degustazioni di vino e olio offerti dai soci delle associazioni Strada dei Vini e dei Sapori del Garda e Consorzio Olio Garda dop.

Grazie alla collaborazione con il Consorzio Lago di Garda Lombardia il Festival si propone di contribuire alla valorizzazione delle località che ospiteranno i luoghi dei concerti in una sorta di percorso ideale attorno al lago. La Comunità del Garda sovrintende al coordinamento istituzionale e amministrativo.

TORNA ALLA HOMEPAGE