Al via sabato prossimo, 28 settembre, presso il teatro Le Muse di via Aldo Moro

Flero presentata la quinta stagione teatrale 2019-2020

Imminente l’inizio della quinta stagione teatrale de Le Muse di Flero, rassegna organizzata dal Comune di Flero in collaborazione con l’associazione Teatro Laboratorio, l’apporto della banda di Flero e del gruppo di lettura della biblioteca comunale, la compagnia scacciapensieri e il sostegno di sponsor privati.

La direzione artistica è a cura di Sergio Mascherpa che durante la conferenza stampa ha spiegato “L’obiettivo di questa quinta edizione è duplice: trasformare il teatro in un luogo vivo e di crescita culturale, aperto anche alle sperimentazioni artistiche e all’ospitalità, e coinvolgere il territorio grazie ad una proposta di qualità”.

Diverse le proposte per raggiungere sempre più persone, che spaziano da appuntamenti con nomi di primo piano del teatro e della musica (un alternarsi di commedie dialettali a spettacoli per bambini e famiglie per avvicinare anche i piccoli) che si inseriscono in un cartello molto ricco.

Circa quattro eventi al mese con spettacoli e concerti voluti e organizzati dal Comune e dal Teatro Laboratorio. Il 28 settembre aprirà la stagione lo spettacolo Klinke, ma in programma ci sarà anche Leo Gullotta con “Pensaci GIacomino”, a seguire Cesar Brie, il nuovo lavoro di Giuliana Musso, e ancora il teatro dell’elfo e molti altri. Non da meno gli appuntamenti musicali, dalla lirica ai musical, dai concerti ai cabaret e la magia di Christopher Castellini, oltre ai laboratori.

Leggi anche:  Pontevico festeggia con la Sagra di Ripa d'Oglio

Ben soddisfatta l’assessore Elena Franceschini della partecipazione degli anni scorsi da parte dei fleresi. “Il pubblico ha apprezzato e decretato il successo del nostro cartellone nelle precedenti edizioni proprio perché siamo stati capaci di coniugare senza peccare in termini di qualità dagli spettacoli per bambini ai concerti ma anche momenti di riflessione su temi di attualità. L’obiettivo è avvicinare sempre più persone al teatro di diverse fasce d’età, rendendo il teatro stesso uno spazio di condivisione. Grazie agli sponsor per il sostegno dimostrato anche quest’anno”.

Torna alla HOME PAGE