Il Festival d’area Suoni e Sapori del Garda si avvia alle battute finali con gli ultimi tre concerti della rassegna che, dallo scorso maggio, racconta la grande musica sull’acqua e nei luoghi dello spirito lungo il bacino gardesano.

Il concerto nella sala dedicata ad Andrea Celesti

Come da tradizione il concerto di domenica 24 novembre, con inizio alle 17, si terrà in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne e sarà ospitato dal comune di Lonato del Garda nella bellissima sala del Consiglio dedicata al pittore veneziano Andrea Celesti.

Agli inizi del ‘900 il folklore popolare irruppe prepotentemente nelle sale da concerto, suscitando un rinnovato interesse nelle platee di tutto il mondo. Questo grazie all’interesse dei più importanti compositori del periodo come De Falla, Berio, Bartok, Piazzolla, Gershwin e Villa Lobos.

Domenica, ritmi spagnoli, liriche, atmosfere brasiliane, melodie dal sapore antico saranno declinate in una lettura moderna attraverso arrangiamenti raffinati.

Il programma di «Melodies Populares» vedrà protagoniste la soprano Francesca Rossi Del Monte e la musicista Ylenia Volpe, alla fisarmonica.

Al termine del concerto degustazioni olio e vino.

Programma

R. Hahn – Sept Chansons grises (soprano/fisarmonica)

Chanson d’Automne – En sourdine – L’heure exquise

Y. Tiersen – La valse d’Amelie (fisarmonica sola)

M. De Falla – Siete Canciones Populares Españolas (soprano/fisarmonica)

El Pano Moruño, Seguidilla Murciana, Asturiana, Jota, Nana, Cancìon, Polo

R. Galliano (fisarmonica sola)

La valse a Margaux, New York

H. Villa- Lobos – Cançõe tipicas brasileiras (soprano/fisarmonica)

Leggi anche:  Uso Day da record, oltre 200 i partecipanti a Calcinato

O Pallida Madona, Viola Quebrada, Adeus Êma

H- Villa-Lobos – Preludio da Bachianas Brasileiras n.4 (fisarmonica sola)

H. Villa.Lobos – Samba Classico (soprano/fisarmonica)

Quatro Canções da Floresta do Amazona

– Melodia Sentimental n. 4

Festival Suoni e Sapori del Garda

Il Festival propone un circuito di spettacoli ad ingresso libero inseriti in un unico cartellone, con il diretto coinvolgimento dei comuni afferenti all’intero bacino lacustre e al suo immediato entroterra. Il maestro Serafino Tedesi, coadiuvato dalla sua associazione culturale «Infonote» presieduta da Gloria Pedrazzini, ne ha assunto la piena direzione artistica, con l’intento di riuscire a coinvolgere sempre più comuni, anche delle province limitrofe.

Quest’anno, ai comuni di Calvagese della Riviera, Gardone Riviera, Gargnano, Gavardo, Lonato del Garda, Moniga del Garda, Puegnago del Garda, Salò, San Felice del Benaco, Tignale e Toscolano Maderno, si aggiungono i comuni di Castelnuovo del Garda, Desenzano del Garda e Torri del Benaco.

Anche per il 2019 l’obiettivo è quello di coniugare musica, cultura e sapori attraverso le visite guidate ad alcuni luoghi del festival, con l’associazione culturale «La Melagrana», e le degustazioni di vino e olio offerti dai soci delle associazioni Strada dei Vini e dei Sapori del Garda e Consorzio Olio Garda dop.

Grazie alla collaborazione con il Consorzio Lago di Garda Lombardia il Festival si propone di contribuire alla valorizzazione delle località che ospiteranno i luoghi dei concerti in una sorta di percorso ideale attorno al lago. La Comunità del Garda sovrintende al coordinamento istituzionale e amministrativo.

TORNA ALLA HOMEPAGE