Festival Suoni e Sapori del Garda arriva nella chiesa di San Biagio a Rivoltella del Garda

L’appuntamento con il sedicesimo concerto del Festival d’area Suoni e Sapori del Garda è per sabato 12 ottobre alle 21.15.

Il maestro Serafino Tedesi, direttore artistico del festival, guiderà l’Infonote Ensemble ne «Le quattro stagioni di Vivaldi e il ‘700 italiano».

Un percorso tra arte e musica

In tutto il mondo le quattro stagioni sono state eseguite con stili e interpretazioni completamente diversi tra loro, senza mai perdere fascino e magia. Questo grazie alla grandezza implicita nella loro composizione. Per il concerto di esordio nel comune di Desenzano del Garda, per la prima volta tappa del festival, Serafino Tedesi e l’Infonote Ensemble offriranno una lettura moderna e graffiante di queste pagine di meravigliosa musica mantenendone intatta cristallinità e purezza.

Prima del concerto, alle 20.15, è prevista la visita guidata alla chiesa a cura della cooperativa La Melagrana, mentre al termine della serata sarà offerta una degustazione olio e vino a cura di Società agricola Il Cavaliere di Salò e Azienda Agricola Saottini di Maguzzano del Garda (frazione di Lonato del Garda).

Programma

Antonio Vivaldi

Sinfonia per archi in la maggiore

Allegro / andante / allegro

Arcangelo Corelli

Concerto grosso op. 64 N. 4

Adagio-allegro / adagio / vivace / allegro e finale

Violini solisti, Serafino Tedesi e Paolo Costanzo

 

Antonio Vivaldi

Le Quattro Stagioni

Primavera (Allegro / Largo /Allegro)

Estate (Allegro / Adagio / Presto)

Autunno (Allegro / Adagio / Allegro)

Inverno (Allegro /Largo / Allegro)

 

Infonote Ensemble

Leggi anche:  Panchine rosse ed eventi in tutta Capriolo contro la violenza sulle donne

Serafino Tedesi, violino solista concertatore

Francesco Bonacini, violino

Paolo Costanzo, violino

Kaori Ogasawara, violino

Emilio Eria, viola

Marco Righi, violoncello

Nicola Iannone, contrabbasso

Silvia Sesenna, clavicembalo

Festival Suoni e Sapori del Garda

Il Festival propone un circuito di spettacoli ad ingresso libero inseriti in un unico cartellone, con il diretto coinvolgimento dei Comuni afferenti all’intero bacino lacustre e al suo immediato entroterra. Il maestro Tedesi, coadiuvato dalla sua associazione culturale Infonote presieduta da Gloria Pedrazzini, ne ha assunto la piena direzione artistica, con l’intento di riuscire a coinvolgere sempre più comuni, anche delle province limitrofe. Quest’anno, ai comuni di Calvagese della Riviera, Gardone Riviera, Gargnano, Gavardo, Lonato del Garda, Moniga del Garda, Puegnago del Garda, Salò, San Felice del Benaco, Tignale e Toscolano Maderno, si aggiungono i comuni di Castelnuovo del Garda, Desenzano del Garda e Torri del Benaco.

Anche per il 2019 l’obiettivo è quello di coniugare musica, cultura e sapori attraverso le visite guidate ad alcuni luoghi del festival, con l’associazione culturale La Melagrana, e le degustazioni di vino e olio offerti dai soci delle associazioni Strada dei Vini e dei Sapori del Garda e Consorzio Olio Garda dop.

Grazie alla collaborazione con il Consorzio Lago di Garda Lombardia il Festival si propone di contribuire alla valorizzazione delle località che ospiteranno i luoghi dei concerti in una sorta di percorso ideale attorno al lago. La Comunità del Garda sovrintende al coordinamento istituzionale e amministrativo.

TORNA ALLA HOMEPAGE