Due defibrillatori a Cazzago in ricordo di Roberta Orizio: i due strumenti sono stati donati dalla famiglia al Comune e alla Protezione civile.

Due defibrillatori  in ricordo di Roberta

Il cuore di Cazzago batte per ricordare Roberta Orizio.  Pochi mesi fa, grazie ad una raccolta fondi organizzata dai famigliari della giovane attivista di Forza Italia, scomparsa nel settembre 2015 a soli 28 anni a causa di una crisi respiratoria, è stato possibile acquistare due defibrillatori  di ultima generazione. Questa mattina, nella sala consiliare del Municipio, la famiglia di Roberta, mamma Graziella e il fratello Riccardo, hanno consegnato i due dispositivi al sindaco Antonio Mossini e al responsabile della Protezione civile, Tomaso Buffoli. Una piccola cerimonia, ma sentita che ha ben delineato la bella persona che la 28enne è sempre stata: na ragazza allegra e disponibile, intelligente, attiva e proiettata verso il futuro, che oggi è rivissuta in un gesto di sincera solidarietà.

TORNA ALLA HOME PAGE