Dieci anni di storia per la libreria indipendente di Castiglione delle Stiviere.

La storia

Dieci anni per realizzare un sogno e investire in cultura. Questa è la storia di Roberto Marchesini che, nel 2007 è arrivato a Castiglione delle Stiviere con l’idea di aprire una libreria indipendente. «La crisi era lontana e il mio sogno è partito bene con molto entusiasmo mio e delle persone che ho avvicinato» spiega Marchesini. La libreria in breve tempo, complice anche la posizione centrale nel cuore del paese, è diventata un punto di incontro e luogo di promozione culturale.

“Nella vecchia sede c’era lo spazio per allestire mostre e così per sei anni abbiamo realizzato circa una mostra al mese – ha continuato – Allo stesso tempo si potevano realizzare presentazioni di libri. Sono tanti i personaggi famosi che sono passati dalla libreria. Ricordo il chitarrista di Vasco Maurizio Solieri, l’alpinista Fausto de Stefani con il quale abbiamo realizzato una serata di raccolta fondi per il Nepal e lo scrittore torinese Alberto Schiavone. Per non dimenticare il premio Campiello Giorgio Fontana, il giallista Enrico Pandiani, il disegnatore Red Mutti, il filosofo Duccio Demetrio, il pilota Giancarlo Minardi, il compositore Azio Corghi e il regista Franco Piavoli. Solo alcuni dei molti nomi che sono passati dalla sala eventi”.

Leggi anche:  Quinzano d'Oglio festeggia la "giornata del volontariato"

L’attività editoriale

Agli eventi si è affiancata l’attività editoriale con la creazione della casa editrice e associazione culturale presentARTsì. Questa ha permesso di allargare il bacino di contatti e di eventi e grazie alla quale si sono realizzati cicli di incontri e di conferenze”.

Il cambiamento

L’estate scorsa Marchesini e la sua libreria hanno cambiato locale. “Ci siamo spostati ma di pochi metri, la libreria è rimasta la stessa con la stessa passione per le buone letture e la voglia di consigliare bei libri ai miei clienti”. Grande la festa per i 10 anni di attività con pane e salame, e buon vino, per tutti. Nella libreria amici e collaboratori. «”E’ un bel sogno realizzato ma è anche un luogo grazie al quale ho conosciuto persone, incontrato gente e creato rapporti di amicizia profondi con persone che ora frequentano casa mia e la mia famiglia. Questo è il segno che in questo luogo davvero si vive bene”. La libreria, dunque, prosegue la sua strada consigliando libri e favorendo le buone letture.