Depressione arte vita in concerto questo pomeriggio per la giornata europea contro la depressione. La musica del quartetto d’archi si intreccerà con le parole dell’esperto, lo psichiatra Giuseppe Tavormina.

Depressione arte vita in concerto all’Iseo Lago Hotel

Questo pomeriggio l’Iseo Lago Hotel ospita il concerto “Quartetto d’Archi” in occasione della giornata europea sulla depressione. L’appuntamento è fissato per le ore 17. Sul palco Beatrice Roberti e Paola Carminati (violini), Carlo Bonicelli (viola) e Giulio Richini (violoncello). I musicisti eseguiranno musiche di W. A. Mozart , J. Brahms e C. Gardel. Durante l’evento, a ingresso libero, il dottor Giuseppe Tavormina, psichiatra di Provaglio d’Iseo, presenterà e commenterà il tema dell’anno che collega la depressione all’arte e alla vita degli artisti della storia.

Le parole dell’esperto

“Depressione e arte sono spesso andate a braccetto, sia per la presenza di artisti con problemi di depressione o di umore instabile, che per le forme artistiche che sovente vanno a sostegno del tono dell’umore di chi le osserva e le vive – ha detto il dottor Tavormina – Molti sono gli artisti, del presente e del passato, che hanno sofferto di depressione e di sbalzi di umore: Michelangelo, Van Gogh, Leopardi, come esempi del passato; Marylin Monroe, Robin Williams, Joanne Rowling, Whitney Houston, Veronica Pivetti, Gigi Buffon, Zucchero Fornaciari, come esempi del presente. Solo alcuni di loro si sono curati e ne hanno tratto enorme beneficio. Altri, come sappiamo, sono arrivati anche al suicidio. La contemplazione dell’arte e del bello può anche essere una modalità di aiuto, in aggiunta a una terapia farmacologica mirata che oggi si può e si deve fare per curare le malattie depressive”.

Leggi anche:  Che fine hanno fatto gli alberi di piazza Mazzini a Iseo?