A segnalare l’escalation di violenza in treno è il Gruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle Lombardia.

Violenza in treno

Secondo un comunicato stampa del gruppo infatti gli episodi dolosi su treni e stazioni “si susseguono”. Gli ultimi due, quello di ieri ai danni del capotreno del convoglio 1670 di ferrovie Nord, linea Milano-Canzo Asso.

L’uomo sarebbe stato “preso a pugni per essere intervenuto mentre un gruppo di ragazzi stranieri teneva aperta e bloccata una porta del treno, forse per poter fumare”. Le sue condizioni sembrano non essere gravi.

Vandalismo

In seconda battuta il Gruppo segnala degli atti vandalici sul treno 25033, linea Como SG – Milano, tra cui numerosi vetri rotti. Oltre a questi “ci è stata data la notizia di un’aggressione ai danni di una capotreno”.

I consiglieri 5 stelle

“Abbiamo chiesto l’intervento del Prefetto, perché è compito dello stato intervenire. Abbiamo chiesto un incontro urgente all’assessore ai trasporti Claudia Terzi, che ora non è più rimandabile.” Dichiara Simone Verni, consigliere M5S Lombardia.

Leggi anche:  Trenord cambia orari: ecco quelli sulle linee bresciane

Più caustico Nicola DiMarco, che sollecita una pronta risoluzione: “Fontana aveva dichiarato che qualcosa bisognava fare, ma non ci è dato sapere cosa. Intanto la situazione peggiora di giorno in giorno. Si sbrighi a decidere cosa intende fare oppure ammetta la propria incompetenza e si rivolga alla Prefettura”.