Dopo gli atti vandalici a carico del Giardino dei Giusti in Pieve e del parco Caduti di Nassiriya alla City, questa volta ad essere prese di mira sono state le panchine di piazzetta Teatro, divelte nella notte da mano ignota con grave danno anche ai marmi che le sorreggevano.

È stato il volontario Giuseppe Mazzei, Alfiere del Corpo Avieri,  a segnalare nelle prime ore di questa mattina l’ulteriore scempio cittadino.

Immediatamente dopo è avvenuto il sopralluogo dell’Assessore al Commercio Renato Baratti

 

«Questo parco urbano va ripensato in modo diverso»

«Ci tengo a ringraziare i volontari che ci hanno segnalato questo scempio, l’ennesimo a carico dei nostri parchi» ha dichiarato l’assessore  «Una situazione che deve finire. Questa area verde in particolare per forza va pensata in modo diverso perché non è possibile distruggere e deturpare il bene pubblico in questa maniera. Ho già avvisato il Sindaco e adesso deciderà il da farsi ma questa è l’ultima e ulteriore riprova che questo parco urbano non può essere mantenuto così ma va ripensato in modo diverso».

Atto vandalico o tentativo di furto?

Non è da escludere che questa volta più che un atto vandalico potrebbe trattarsi di un tentativo di furto ai danni delle panchine, tentativo comunque fallito ma che ha provocato l’ennesimo grave danno ai beni pubblici della città.

Il rifacimento di piazzetta Teatro, area verde piuttosto nascosta e spesso preda di un’utenza impegnata in traffici discutibili, è fra i punti più discussi da Opposizione che ne appoggiò la trasformazione in giardino urbano e Maggioranza che vorrebbe riportarla a spazio aperto come nella connotazione originaria del luogo.

Leggi anche:  Fughe e inseguimenti nella Bassa bresciana

TORNA ALLA HOME PAGE