Secondo una stima si tratterebbe di circa 600 bresciani truffati.

Truffa dei diamanti: parlano le vittime bresciane

“Ci siamo fidati delle nostre banche – hanno commentato due pensionati, una di Urago e un uomo di Desenzano – Non volevamo nemmeno i diamanti di questa società che ora è anche fallita”. Queste le parole di due delle numerose vittime bresciane finite nella rete della truffa dei diamanti. Una truffa che ha coinvolto personaggi famosi come Vasco Rossi. A parlare sono due delle venti persone assistite dagli avvocati Luisa Papa e Franco Muscio. La maggior parte dei loro clienti viene dalle zone di Urago d’Oglio, Bagnolo Mella e Desenzano. I legali stanno seguendo il processo fallimentare della Idb di Milano, la società che aveva venduto i gioielli. Mentre Federconsumatori Brescia sta cercando di ottenere un risarcimento per i suoi clienti dalla Bpm, una delle cinque banche coinvolte. Intanto la Procura di Milano ha aperto un fascicolo per truffa e autoriciclaggio.

TORNA ALL’HOMEPAGE

Leggi anche:  Fuga spericolata in autostrada dopo il furto: arrestate tre persone