Un vero e proprio professionista che dalla Sicilia raggiungeva alcune località del Nord Italia per mettere a segno i colpi. E che, nell’ultima occasione, aveva frodato un anziano di Visano con la cosiddetta “truffa dello specchietto”.

Il presunto incidente

L’uomo, un 26enne residente in provincia di Siracusa, aveva convinto un ottantenne di Visano a pagargli 150 euro per essere stato, a suo dire, responsabile del danneggiamento dello specchietto della sua autovettura. In effetti, l’anziano aveva sentito un colpo alla carrozzeria della propria auto ma non si era accorto di alcun impatto. La
cosa però bastava, aggiunta alla veemenza del truffatore, a convincerlo di avere una qualche responsabilità di un incidente in realtà mai avvenuto. La trattativa si era poi conclusa con il pagamento di 150 euro, con il “vantaggio” che la vittima non avrebbe più dovuto fare la constatazione amichevole, cosa che gli avrebbe comportato un aumento del premio assicurativo.

L’indagine

Il ventiseienne è stato però ripreso dalle telecamere comunali e incastrato dalle indagini condotte dai Carabinieri della Stazione di Isorella, su input dei familiari della vittima che non credevano a quanto accaduto; la truffa è stata così attribuita ad un “professionista” del settore. Ora il giovane, con precedenti specifici, dovrà spiegare al
giudice del Tribunale Ordinario di Brescia quanto fatto intendere all’ignaro conducente.

Leggi anche:  Manerbio, lo spettacolo targato “I love me”

TORNA ALLA HOME PAGE