Trappole antiuomo nelle campagne contro i cacciatori, scatta l’esposto alla Procura della Repubblica.

Trappole antiuomo, scatta l’esposto in Procura

Dopo il clamore della scorsa settimana in merito alle trappole antiuomo trovate nelle campagne di Gerolanuova di Pompiano, con tanto di messaggi minatori nei confronti dei cacciatori. Il Codacons ha deciso di prendere provvedimenti, facendo un esposto alla Procura della Repubblica.
“La stagione della caccia è iniziata, sono emblematici i numeri del fenomeno: 20mila doppiette, abolito il limite delle 55 giornate e ritorno ai richiami vivi – hanno fatto sapere – Eppure i numeri degli anni recenti parlano chiaro sui rischi di questa attività: ben 114 morti nel 2017/2018, plurimi casi di mancato rispetto delle regole e crudeltà nei confronti della fauna. Di recente, nella Bassa, si è assistito a un nuovo e gravissimo fenomeno: l’utilizzo di trappole antiuomo. A Pompiano sono state rinvenute quattro trappole composte da strisce metalliche e chiodi saldati verso l’alto nascoste pericolosamente nella vegetazione. Il Codacons alla luce del gravissimo episodio fa esposto alla Procura della Repubblica per attentato all’incolumità pubblica”.

Leggi anche:  All'auditorium di Pompiano la quarta edizione del Pulcino D'Oro

TORNA ALLA HOME